venerdì 2 gennaio 2015

Recensione: ASCENSION "The Dead of the World"
2014 - World Terror Committee | Season of Mist




Il male lo conosciamo a sufficienza, così come conosciamo il bene. Il male è dentro di noi e intorno a noi. Del resto, ogni f****** giorno noi assistiamo ad un film perverso, che viene girato in ogni parte del mondo con sceneggiature sempre nuove e crudeli. Probabilmente non ci sarà cura a questa ondata maligna che ci assale quotidianamente, ma fortunatamente ci saranno sempre degli stili musicali o delle formazioni estreme come i tedeschi ASCENSION che, servendosi della propria creatività, saranno in grado di dipingere queste sensazioni disperate e darci l'opportunità di non perdere il contatto con la triste realtà. Tali vibrazioni si possono assaporare ascoltando il nuovo album "The Dead of the World" (titolo che racchiude perfettamente i significati dei concetti esposti poc'anzi). Gli Ascension, non sono un gruppo prevedibile, appartengono a quella schiera di band che stanno dando un contributo serio alla crescita di un genere come il black metal e naturalmente non è un caso se i loro dischi finora realizzati lasciano trasparire delle grandissime potenzialità tecniche ed espressive. Rispetto al passato i nostri rallentano il tiro sui brani, li tengono a guinzaglio, anche se, l'intero songwriting guadagna più potenza in quanto ad atmosfera e impeto evocativo. Come molti album del settore, anche questo ultimo lavoro degli Ascension si basa su una commistione di varie idee, si tratta di un elemento sempre piuttosto problematico, sia per gli addetti ai lavori che per gli appassionati abituati ad assorbire e a metabolizzare delle sonorità meno ibridate. Quella di "The Dead of the World" è una storia davvero complessa, ricca di spunti contrastanti, un dramma psicologico che non sembra accusare alcun cedimento durante lo scorrere dei minuti. La strana mescolanza di tutti questi ingredienti crea un inferno dal quale non è possibile sottrarsi. Un accumularsi di emozioni contagiose e affascinati! Chi elabora un'idea dovrebbe avere la parte da leone di ciò che ne deriva e, questi musicisti hanno assimilato alla perfezione la lezione. Alzare il volume su brani quali "The Silence of Abel", "Black Ember", "The Dark Tomb Shines" o "Unlocking Tiamat" è come osservare il divampare di un incendio di enormi proporzioni. Da non perdere!

Contatti:

wtcproductions.bandcamp.com/the-dead-of-the-world
facebook.com/Ascension.Germany
w-t-c.org

TRACKLISTING: The Silence of Abel, Death's Golden Temple, Black Ember, Unlocking Tiamat, Deathless Light, The Dark Tomb Shines, Mortui Mundi.




Nessun commento:

Posta un commento