sabato 3 gennaio 2015

Recensione: ANTHROPROPHH "U.F.O."
2014 - Greasy Trucker Rec. | Zamzam Rec. | Cardinal Fuzz Rec.




"U.F.O." è un disco davvero particolare, soprattutto se analizzato sul piano compositivo. Il progetto ANTHROPROPHH vede coinvolti tre musicisti già rodati nella scena musicale inglese. Paul Allen degli Heads e Gareth Turner, Jesse Webb provenienti dai Big Naturals si sono uniti insieme per cimentarsi in una musica che sprigiona tutte le miglori caratteristiche dello psych experimental rock. Il fatto che ci sia del mistero dietro al titolo dell'opera è un fattore coinvolgente. Ed è altrettanto emozionante constatare come nelle 9 tracce che compongono la tracklist accadano molte più cose di quante non ne possa incrociare l'orecchio comune. Diciamo che ascoltando il lavoro è possibile utilizzare l'immaginazione per vedere qualcosa e scambiarlo per qualcos'altro. Ma può anche accadere che alla fine dell'esperienza audio-visiva si possa rimanere spiazzati, per aver visto precisamente ciò che si è creduto di vedere, e tutte le proiezioni corrispondono esattamente a quanto è avvenuto. Credo che siano i tanti frammenti degli elementi utilizzati su "U.F.O." a essere interessanti. Ciò nonostante, è questa la ragione per cui gran parte del mistero si va dissolvendo nelle note utilizzate dal trio. Il sound degli Anthroprophh supera le barriere del tempo per focalizzarsi in un presente instabile e apparentemente normale. Da provare.

Contatti:

zamzamrec.bandcamp.com/album/--3
facebook.com/pages/Anthroprophh


TRACKLISTING: 14/10/54 Southend-on-Sea, 17/7/55 Bexleyheath, 13/8/56 Lakenheath, 4/4/57 West Freugh, 19/5/65 Warminster, 28/4/67 Brixham, 26/10/67 Owermoigne, 23 /1//74 Berwyn Mountain, 22/9/78 Weedon Bec


Nessun commento:

Posta un commento