mercoledì 10 dicembre 2014

Intervista: SINMARA - "L'INFERNO TRA I GHIACCI"






BJARNI EINARSSON, BATTERISTA DEI SINMARA E' FIERO DELLA SUA BAND E DELLE SUE CONVINZIONI. QUESTI BLACKSTER ISLANDESI HANNO PUBBLICATO DA POCO UN ALBUM INTENSO, ELABORATO E DANNATAMENTE INFERNALE, INTITOLATO "APHOTIC WOMB" (MESSO IN COMMERCIO DALLA TERRATUR POSSESSIONS). I SINMARA NON VI LASCERANNO SCAMPO, SONO SPIETATI E NON RINUNCIANO ALLA LORO VERA IMMAGINE GUERRIERA, AL LORO AMORE PER IL BLACK METAL CHE NON AMA LE CONTAMINAZIONI PROGRESSIVE. CONOSCIAMOLI MEGLIO IN QUESTA BREVE INTERVISTA.

1. Ciao Bjarni. E' stato pubblicato il vostro album di debutto intitolato "Aphotic Womb". Personalmente lo trovo intenso, oscuro, violento. Lo puoi approfondire per i lettori di Son od Flies webzine?

- Il nostro obiettivo era quello di creare un'opera del tutto avvincente capace di unire diversi elementi, tra i quali quelli estetici, e con essi attirare l'attenzione dell'ascoltatore. Ovviamente è più oscuro e intenso rispetto al nostro precedente EP "Spiritus Sankti". Tutti siamo cresciuti a livello individuale e soprattutto come musicisti, quindi le sensazioni sono decisamente migliori. Ora eseguiamo la nostra musica nel migliore dei modi.

2. Buona parte del suono dei Sinmara sembra influenzato da gruppi estremi come Dissection, Watain, Unanimated ... ma la vostra musica riesce anche ad essere fresca e personale. C'è qualche verità in questo? Come siete arrivati ad ottenere il vostro approccio musicale?

- Infatti, siamo stati influenzati dalla scena ortodossa dei nostri primi periodi. Oggi, preferiamo concentrarci sulle caratteristiche individuali per dare vigore all'immagine emblematica della band; ma senza sentirci condizionati da qualcosa che proviene dal di fuori. Il nostro suono si cocretizza in maniera naturale. Ogni componente arriva ad esprimersi seguendo le proprie condizioni personali.

3. Quando scrivete la musica, partite dal concept che caratterizzerà ogni canzone, oppure preferite sviluppare il sound analizzando le varie idee individuali o i riff portati in sala prove? Puoi dirci qual è il vostro modus operandi? Vi concentrate prima sul tappeto musicale e poi adattate i testi su di esso?

- Le canzoni, di solito, sono scolpite da singoli riff e da vari passaggi portati in sala prove dai chitarristi della band. Anche il nostro singer scrive la musica e alcuni dei riff. Concretizziamo uno sforzo collettivo e ognuno porta qualcosa sul tavolo. Di solito i testi vengono scritti dopo aver completato la musica, ma a volte può succedere che abbiamo l'idea su di un concept lirico mentre stiamo lavorando su di un brano.



4. Quanto tempo avete passato in studio? Potresti parlaci della fase di composizione e produzione...

- La registrazione dell'album è stata fatta tra maggio 2012 e dicembre 2013. E' stato un lungo processo di scrittura anche per avere il tempo di discutere e studiare i dettagli. La musica è stata registrata prima di scrivere i testi, quindi un anno è trascorso per completare le liriche e per registrare le parti vocali. E' stato un processo lungo e terribile ma alla fine siamo rimasti tutti soddisfatti del risultato ed ogni cosa nel lavoro rispecchia le nostre aspettative.

6. Come descrivereste voi stessi musicalmente?

- Suffocating yet Spellbinding.

7. Giunti a questo punto, cosa vi piacerebbe migliorare della band o del vostro sound?

- Siamo abbastanza soddisfatti della direzione intrapresa. Di giorno in giorno stiamo crescendo musicalmente, e vorremmo suonare molto di più al di fuori del nostro paese. Solo il tempo ci porterà delle risposte.

8.Quali saranno i prossimi passi per la band?

- Per lo più suonare dal vivo e scrivere nuovo materiale.

9. Grazie per l'intervista! Vi auguro il meglio!

- Grazie per il supporto!



CONTATTI: 

sinmara.com 
facebook.com/sinmaraofficial 
sinmara.bandcamp.com/releases



SINMARA line-up:

Ólafur Guðjónsson - Voce
Garðar S Jónsson - Chitarra
Bjarni Einarsson - Batteria (Slidhr, Wormlust)
Þórir Garðarsson - Chitarra (Svartidauði)
Stephen Lockhart - Bassp (Rebirth of Nefast)


RECENSIONE:
SINMARA "Aphotic Womb" 2014 - Terratur Possessions



Nessun commento:

Posta un commento