sabato 29 novembre 2014

Recensione: THANATOS "Global Purification"
2014 - Century Media




Ammetto che "la classe non è acqua", soprattutto se si tirano in ballo musicisti come Stephan Gebédi e Paul Baayens (entrambi attivi negli HAIL OF BULLETS e ASPHYX). I due olandesi, accompagnati dalla solida sezione ritmica composta dall'accoppiata Marco de Bruin / Yuri Rinkel, ritornano in pista con un nuovo album targato THANATOS. Quindi il MASSACRO sonoro è assicurato! A cinque anni di distanza da "Justified Genocide", la band ha finalmente deciso di dare alle stampe un altro sforzo degno della loro caratura. "Global Purification" è ispirato, puro, coinvolgente e, se devo dirla tutta, racchiude quanto di meglio si possa trovare nel death metal. Il groove raggiunge temperature roventi come incandescenti sono le parti più veloci messe al servizio dei brani. I quattro deathster, infatti, si sono sempre contraddistinti per la passione con cui hanno fatto emergere la rabbia accumulata nel ventre, perciò, potete ben immaginare cosa vi attenderà non appena schiaccerete il tasto 'play' del vostro lettore. Le varie "Global Purification", "The Murder Of Innocence", "Infestation Of The Soul", "Queen of Gore" e via via tutte le altre, vengono cementate da un songwriting eccellente che, rende l'ascolto non solo fluido ma anche piacevole. Un gruppo che non annoia nemmeno dopo ripetuti ascolti. Questo è doveroso sottolinearlo. Nel complesso ci troviamo di fronte ad un'opera vertiginosa, dal forte impatto, adatta ai fan di Gebédi e soci, ma anche a quanti di voi amano il death metal suonato con grande devozione. Una conferma più che positiva. Merita di essere acquistato.

Contatti: thanatos.info - facebook.com/thanatos333

TRACKLISTING: Global Purification, The Murder Of Innocence, Infestation Of The Soul, Queen of Gore, Nothing Left, World Jihad, The Demonized Minority, Feeding the War Machine, Blood Will Be Spilled, Bastion of Blasphemy


Nessun commento:

Posta un commento