giovedì 13 novembre 2014

Recensione: STRAIGHT HATE | SPEEDY GONZALES "Born to Grind"
Split Tape 2014 - Resting Hell Hellish Industry




Fa sempre un certo effetto poter gustare una tape partorita da qualcuno che vive e respira l'underground con profonda passione. Anche se oggi le produzioni sono molto più curate rispetto a quando il tape trading andava per la maggiore (indimenticabili anni '80/'90). Lo split che vi presento è "Born to Grind" e, mette a confronto dei gruppi che se ne f****** della spazzatura imballata dal peccaminoso music business! I polacchi STRAIGHT HATE (formatisi nel 2008) e gli indonesiani SPEEDY GONZALES (attivi dal 2011), si manifestano in tutta la loro arrogante e nervosa cattiveria. Stiamo parlando di due band che si cimentano in due tipi di grindcore differenti ma che hanno molti punti in comune (facendo riferimento al songwriting). La discreta preparazione dei musicisti è già una mezza garanzia per questo motivo non faticherete ad ascoltare il lavoro nella sua interezza. Forse, per i meno abituati al genere, l'omogeneità della proposta potrebbe essere vista come il difetto principale, mentre per i restanti, quelli veramente appassionati e fedeli a tali sonorità, non si presenterà il problema della "poca originalità" del lavoro. Dipende dal giudizio soggettivo di ognuno. E' naturale! Metto qualche punto in più agli Speedy Gonzales... solo per privilegiare i miei gusti personali :) Abbandonate per un attimo i pregiudizi e fatevi giustiziare mantenendo i volumi piuttosto alti. La genuinità è assicurata.

Contatti:

straighthatepl.bandcamp.com/born-to-grind-split-with-speedy-gonzales
facebook.com/sthtpl
facebook.com/Speedy-Gonzales-Grind
facebook.com/RestingHell666


TRACKLISTING: Speedy Gonzales: Manusia - Serigala Dan Neraka, Straight Hate: Bloodshot Eyes, Speedy Gonzales: Baptis Idiot Club, Straight Hate: Liquid Laugh, Speedy Gonzales: Penambang Pasir Bangsat, Straight Hate: Resistance, Speedy Gonzales: Facing The Death, Straight Hate: Sweet Carnage, Speedy Gonzales: Grindcoreminator.


Nessun commento:

Posta un commento