lunedì 24 novembre 2014

Recensione: GHOST BRIGADE "IV: One with the Storm"
2014 - Season of Mist




Questa è una grandissima band! I finlandesi GHOST BRIGADE. Finalmente le mie attese sono state ripagate in pieno, ed è bastato un solo ascolto di "IV: One with the Storm" per infiammare il mio entusiasmo. La band giunge al quarto album, quest'ultimo, esce a distanza di soli 3 anni dall'ottimo "Until Fear No Longer Defines Us" (2011). Il fondamento dell'emozionalità è davvero importante nel processo di songwriting e non è un caso se molto spesso il gruppo va a colpire in maniera mirata, servendosi di melodie accattivanti e malinconiche ("Departures" ricorda i nostrani Novembre o la più tormentata "Electra Complex" che porta in grembo la tristezza dei Katatonia). Per avere una soluzione valida, è bene evitare di inserire il solito raggio di influenze già utilizzato da altri musicisti, quantomeno cercare di ampliarlo senza plagiarlo in toto. I Ghost Brigade facendo leva sulla propria esperienza accumulata dal 2005 (anno di inizio della lunga carriera), hanno ottenuto risultati soddisfacenti ma anche vincenti sul piano compositivo. La Season of Mist c'ha visto giusto quando decise di metterli sotto contratto, infatti, tale sodalizio si mantiene stabile. Veramente interessante andare a valorizzare tutte le caratteristiche che spingono verso l'alto la loro musica: ci sono elementi di chiara scuola Melodic Death/Doom Metal, fraseggi legati al Depressive Rock e attacchi tipici del Post-Metal. Un miscuglio eterogeneo che ammalia e rapisce con il fascino della libertà. Se volete ascoltare un buon lavoro di genere, allora non dovreste pensarci due volte a portarvelo a casa.

Contatti:

ghostbrigade.bandcamp.com/album/iv-one-with-the-storm
facebook.com/ghostbrigade

TRACKLISTING: Wretched Blues, Departures, Aurora, Disembodied Voices, Electra Complex, Stones and Pillars, Anchored, The Knife, Long Way to the Graves, Elämä on tulta.




Nessun commento:

Posta un commento