domenica 30 novembre 2014

Recensione: BEHEMOTH "Xiądz"
2014 - New Aeon Musick




I polacchi BEHEMOTH dopo averci deliziato con l'ultimo full-length "The Satanist" (uscito nel Febbraio del 2014), ci donano un nuovo breve EP di sole tre tracce. Questo prodotto uscirà in un’edizione limitata di 2000 copie, numerate a mano. Tre saranno i colori che rivestiranno il 12": nero (500 pezzi), oro (500 pezzi) e nero/oro (1000 pezzi). L’EP contiene le due inedite "Nieboga Czarny Xiądz" (convincente per la sua esplicita epicità) e "Towards The Dying Sun We March" (abbastanza ossessionante ma un po' meno articolata nella forma). La prima song risale alle recording sessions del su citato "The Satanist", mentre la seconda cantica è stata concepita nel periodo del tanto osannato "Evangelion" (era il 2009). Si aggiunge la ri-registrazione di "Moonspell Rites" estrapolata dal vecchio EP del '94, "And the Forests Dream Eternally". Il tutto si aggira intorno ai venti minuti di musica oscura e aggressiva in perfetto stile Behemoth. Questo "Xiądz" potrà fare gola ai fans più sfegatati, mentre ai restanti appassionati di tali sonorità darà solo l'opportunità di fare i conti in tasca prima dell'acquisto. Ciò che posso dirvi con sicurezza è che "non è sempre oro quel che luccica". Poca roba insomma.

Contatti: behemoth.pl - facebook.com/behemoth


TRACKLISTING: Nieboga Czarny Xiądz, Towards The Dying Sun We March, Moonspell Rites


Nessun commento:

Posta un commento