giovedì 13 novembre 2014

Intervista: Mörti Viventi - "IL RITORNO DEGLI ZOMBIE"






ADRIAN J. HEATHERSHAW HA LE IDEE CHIARE SUL PERCORSO DA SEGUIRE E IL SUO ALBUM DI DEBUTTO "THE DAY THE DEAD RETURNED..." NE E' LA DIMOSTRAZIONE!! THRASH METAL SCHIETTO E SINCERO CHE NON MANCHERA' DI COLPIRE QUANTI DI VOI APPREZZANO QUESTE SONORITA'.


1. Ciao Adrian. La tua esperienza come Mörti Viventi è iniziata nel 2014? Un progetto aggressivo e sincero che si focalizza sul suono della vecchia scuola. È corretto il mio parere?

- Ho avuto per lungo tempo l'idea di formare il progetto Mörti Viventi, almeno questo è quello che posso ricordare. Alcuni dei riff di chitarra utilizzati per l'album risalgono a quando ero un adolescente negli anni '90. Lo stesso vale per alcune delle idee per le lyrics. Ho iniziato a suonare in una band con alcuni amici di scuola, quando avevo circa 16 anni e ai tempi avevamo un approccio molto più che Hard Rock. Le varie divergenze musicali hanno portato alla rottura. Molte delle mie idee per le canzoni e gli stessi riff non erano adatti per quella band ed è solo ora che mi trovo in una posizione in cui posso far rivivere queste idee
e condividerle con il mondo. Successivamente ho suonato il basso in un altro gruppo Death / Thrash Metal ed è stato bello trovarmi in un altro ruolo differente dal frontman. Quel gruppo aveva vari problemi legati ad aspetti musicali, finanziari, personali, e alla fine si sciolse durante la registrazione del primo album. Ho anche suonato per un po' in una tribute band dei Metallica. Il progetto Mörti Viventi era sempre sullo sfondo ed iniziò a prendere forma lentamente. Solo negli ultimi due anni sono riuscito a farne una priorità. Avrei dovuto farlo molto tempo fa, ma come si dice, meglio tardi che mai! La musica è composta al 100% con il cuore e le mie radici affondano nel terreno del metal aggressivo e della vecchia scuola. Sono davvero entusiasta di esser stato in grado di far ascoltare la mia musica.

2. La ragione principale di questa mia intervista è ovviamente l'uscita di "The Day The Dead Returned...". Perché hai deciso di intitolarlo "The Day The Dead Returned..." ?

- Sono un fanatico degli zombie! Sono attratto dal concept sui morti che tornano in vita e banchettando con i vivi. Lo adoro! Chiamatemi pazzo, ma è qualcosa a cui penso spesso e ho scritto il testo per quella canzone immaginandomi nel bel mezzo di un'epidemia di zombie. Ritornare a vivere dopo essere stato abbattuto. "The day the dead returned is in fact the moment that I got my act together and recorded and released this album!"



3. "The Day The Dead Returned..." è massiccio e diretto, anche nella sua produzione! La particolarità nella tua musica è evidenziata dal tocco groove in alcune parti di essa. Il suono è intenso e immediato. Perché questo approccio?

- Mi piace tenere sveglia l'attenzione dell'ascoltatore. Ho ottenuto una buona produzione in modo che l'ascoltatore potesse ascoltare quello che succede nel disco. Mi piace sentire il riffing veloce e quelle sterzate che improvvisamente aprono l'ingresso a fraseggi più compressi. Un sacco di band che ascolto agiscono in questo modo per questo le mie influenze emergono facilmente dalla musica. Non sto dicendo che c'è qualcosa di sbagliato nel suonare degli album che si spingono a centinaia di chilometri all'ora. Mi piacciono un sacco i dischi con questo tipo di carattere, ma personalmente ho deciso di mescolare le parti veloci con altro per dare più ampiezza al lavoro. Alcuni passaggi hanno bisogno di "qualcos'altro" per creare la giusta atmosfera.

4. L'album di debutto è una naturale evoluzione del tuo background...
un mix di sonorità fedeli al thrash metal tipico di mostri sacri quali Slayer, Exodus, Vio-Lence, Metallica, King Diamond, Megadeth... Parlando del tuo sound, quali sono le tue reali influenze?

- Sono influenzato in maniera massiccia da tutti quei gruppi che hai citato! Sono davvero lusingato che li hai citati. Ho cercato di inserire il maggior numero di quelle influenze nell'album. Spero che in un futuro album, alcune delle mie influenze arrivino anche da altri gruppi. Per esempio Iced Earth, Savatage, Anacrusis, Mercyful Fate... E potrei citarne tanti altri!!!

5. Grazie per la tua disponibilità! Ti auguro il meglio!

- Grazie per il tuo tempo e per aver ascoltato la mia musica! Hail!



CONTATTI: mortiviventiuk.bandcamp.com - facebook.com/mortiviventiuk



Mörti Viventi line-up:

Adrian J. Heathershaw - Polistrumentista



RECENSIONE:
Mörti Viventi "The Day The Dead Returned..." 2014 - autoprodotto


Nessun commento:

Posta un commento