mercoledì 15 ottobre 2014

Recensione: TREPALIUM "Voodoo Moonshine"
2014 - klonosphère




I francesi TREPALIUM dopo due album per Holy Rec. si sono accasati presso la prestigiosa Season of Mist (per la quale hanno pubblicato "XIII" nel 2009) per poi giungere su Klonosphère che, oggi li riporta in superficie con questo nuovo EP "Voodoo Moonshine". I 5 musicisti provenienti da Poitou-Charentes si impegnano al massimo al progetto, senza disprezzare qualsiasi forma di innovazione musicale potesse in qualche modo destinare su livelli superiori la loro creatività. Lo dimostrano ancora una volta, confezionando un prodotto che oltre ad essere piacevole da ascoltare è scolpito con precisione e gusto. I Trepalium si muovono su territori che regalano frutti di vario genere e colore, quel terreno su cui si animano gruppi più coraggiosi come Gojira, Atheist, Fear Factory, Coroner (solo per citarne alcuni di quelli che mi vengono in mente) mentre a volte giocano a ricordare il groove che ha reso celebri mostri sacri degli anni '90 (Faith No More e Pantera?!?). "Voodoo Moonshine" è un ulteriore passo in avanti, un passo che non è mai troppo invadente o fuori contesto. I sei brani inclusi nell'EP si presentano con molteplici sfaccettature e suonano alla grande grazie alla buona produzione. L'estro compositivo viene amplificato dall'utilizzo dei fiati che si intrecciano a meraviglia sul tessuto di alcuni fraseggi strumentali. I Trepalium scelgono di modellare al meglio ciò che gli è affine e cercano di armonizzarlo in una nuova sintesi. Mike Patton dovrebbe portarseli sulla sua Ipecac Recordings.

Contatti: klonosphere.com/trepalium - facebook.com/TREPALIUMBAND

TRACKLISTING: Moonshine Limbo, Damballa's Voodoo Doll, Possessed by the Nightlife, Guédé Juice, Fire on Skin, Blowjob on the Rocks.


Nessun commento:

Posta un commento