mercoledì 15 ottobre 2014

Recensione: TODAY IS THE DAY "Animal Mother"
2014 - southern lord recordings




Animal Mother segna il ritorno dei TODAY IS THE DAY di Steve Austin, un musicista che ha sempre avuto le idee chiare sul proprio percorso musicale iniziato nei primi anni '90 insieme a Brad Elrod. Questo disco rappresenta a pieno titolo la conferma assoluta per una band tornata a far parlare di se; un full-length camaleontico e violento, diretto e sicuramente meno "noise" nel vigoroso songwriting odierno. Basterebbe paragonarlo al disturbante "Sadness Will Prevail" (2001) per capire le differenze che oggi danno benzina alla composizione di Austin e soci. Nonostante la crescita creativa abbia sterzato verso soluzioni più scarne/scheletriche, il suono dei Today Is The Day è rimasto ugualmente spietato e selvaggio ("Sick Of Your Mouth"). Il loro approccio, infatti, si ciba dell'istinto animalesco del passato, rimanendo saldamente ancorato al presente, riprende e rilegge alcuni frammenti persi lungo il tragitto per riadattarli alle scelte prese negli ultimi anni (fin dal cerebrale "Axis of Eden" uscito nel 2007). Steve a suo modo è un fottuto genio e lo considero tale anche perché a differenza di molti artisti è stato in grado di dare un'identità "unica" alla sua creatura. Non sono solo gli arrangiamenti riusciti ad alzare il punteggio di "Animal Mother"... Nei brani dei Today Is The Day si annusa/respira il malessere della società contemporanea ed è questo stato di disagio interiore a turbarmi pesantemente. Se io dovessi tirare in ballo un gruppo che mi trasmette simili sensazioni, direi gli Unsane di New York, pur navigando in acque differenti ma ugualmente torbide e profonde. E quando tutto sembra buio, disperato, decadente, ecco un brano che inaspettatamente riporta nello sguardo un filo di speranza (la malinconica "Bloodwood" posizionata alla fine della tracklist). Chiunque abbia letto alcune delle mie numerose recensioni pubblicate su Son of Flies webzine avrà capito che a me non piace analizzare le singole traccie dei diversi album trattati. Quello che realmente mi interessa è vivere l'interezza di un'opera (a prescindere dal genere)... l'esperienza che si può vivere attraverso le note. Detto questo, posso affermare che "Animal Mother" è senza ombra di dubbio una delle migliori uscite del 2014. Voi continuate a venerarli!

Contatti: todayistheday.us - facebook.com/todayisthedayofficial

TRACKLISTING: Animal Mother, Discipline, Sick of Your Mouth, Imperfection, Law of the Universe, Outlaw (Acoustic), Godcrutch, Divine Reward, Masada, Heathen, Mystic, The Last Strand, Outlaw, Bloodwood.




Nessun commento:

Posta un commento