martedì 28 ottobre 2014

Recensione: SCOTT WALKER & SUNN O))) "Soused"
2014 - 4AD Records




Il musicista sperimentale inglese SCOTT WALKER (americano di nascita) e il gruppo drone per eccellenza SUNN O))) hanno collaborato alla scrittura di quest'opera che stordisce fin dalle prime note, un lavoro bizzarro, capace di espandersi negli abissi dell'inconscio unendo classicismo e spirito avanguardistico. I brani si muovono con passo lento intercalato da alcuni colpi più fulminanti che non accelerano mai in velocità; ma al contrario, si alimentano con una proverbiale e cronica lentezza perché è l'unico modo per rapire l'attenzione dell'ascoltatore. Come ben si sa, in casa Sunn O))) il fattore dominante rimane la stranezza, utilizzata come unico mezzo (necessario) per diffondere un certo messaggio che, nella sua follia riesce sempre a penetrare la materia. A tutto questo si unisce la voce profonda di Walker, la sua interpretazione maniacale e poetica. Lui, come ogni calamita, attira a se le strutture allucinate di una musica mai tanto contorta e sovraccarica di oscuro romanticismo. Grazie a tutto ciò l'energia diventa magnetica, palpabile, dannatamente funzionale. "Soused" trasmette fortissime emozioni se ascoltato con la giusta predisposizione mentale. Un'esperienza da provare!

Contatti: 4ad.com/releases/22344

TRACKLISTING: Brando, Herod 2014, Bull, Fetish, Lullaby.




Nessun commento:

Posta un commento