domenica 26 ottobre 2014

Recensione: ABYSMAL DAWN "Obsolescence"
2014 - Relapse Records




Originari di Los Angeles - California, gli ABYSMAL DAWN (formatisi nel 2003) pubblicano il quarto album in studio (il terzo uscito per Relapse Records). L'ultimo "Obsolescence", nella forma e nella sostanza, non si distanzia molto dal precedente "Leveling the Plane of Existence" (2011) arrivando a colpire in maniera decisa con un death metal belluino che punta all'impatto veloce e su cambi di tempo repentini. La proposta dei cinque musicisti pur non riservandoci momenti memorabili, racchiude dei passaggi riusciti o forse è meglio dire "efficaci", attacchi serrati al cardiopalma influenzati da molteplici elementi succhiati con astuzia ad altri gruppi più blasonati della scena; delle influenze riconoscibili che in un primo momento possono sembrare indirette, in un secondo, vanno a completare il quadro di un puzzle già visto. Non c'è nulla all'interno del disco che faccia gridare al miracolo anche se il lavoro non risulta del tutto fiacco. Parlando con totale sincerità: questi Abysmal Dawn si limitano a raggiungere un risultato discreto investendo il minimo sforzo. Poca farina del proprio sacco. Quanti come loro continuano a seguire il medesimo registro? Può bastarvi? Potrebbero piacere ai fan di Nile, Hate Eternal, ultimi Misery Index. Chiude la tracklist del disco la cover di "Night's Blood" dei leggendari Dissection.

Contatti: relapse.com/abysmal-dawn-obsolescence

TRACKLISTING: Human Obsolescence, Perfecting Slavery, Inanimate, Devouring the Essence of God, One Percent Incomplete, Loathed in Life / Praised in Death, By My Demons, Laborem Liberat Te, The Inevitable Return to Darkness, Night's Blood (Dissection cover).




Nessun commento:

Posta un commento