mercoledì 30 luglio 2014

Intervista: THE CUTTHROATS 9 - "LIBERO DISSENSO"






DA NEW YORK A SAN FRANCISCO PER PORTARE AVANTI UN MESSAGGIO BEN PRECISO, UNA PROPOSTA MUSICALE UNICA/SINCERA CHE DURA ORMAI DA TANTI ANNI. CHRIS SPENCER VOCE E CHITARRA DEI SEMINALI UNSANE (OLTRE CHE DEI PIU' RECENTI CELAN) CI PARLA DEL NUOVO ALBUM DEI SUOI THE CUTTHROATS 9, GRUPPO FONDATO INSIEME ALL'AMICO WILL CARROLL.

1. Ciao Chris, voglio innanzi tutto ringraziarti per il tempo che mi hai riservato...

- Ogni volta che hai voglia di parlare con me fammelo sapere.

2. Perché la decisione di riunirti con i tuoi compagni di band dopo tanti anni di pausa? Avete ricevuto buone reazioni in questo periodo?

- Il motivo principale per cui non ho continuato a fare musica con i The Cutthroats 9 è uno solo: ero impegnato sia con gli Unsane che con Celan. Io, Will e Tony siamo amici da molto tempo così ogni volta che ho la possibilità di lavorare con loro, accade con naturalezza. La risposta al nuovo album "Dissent" è stata fantastica! Quando lo stavamo registrando non ero sicuro di quello che la gente avrebbe pensato.

3. Il nuovo processo di scrittura è stato emozionante come nei primi anni? Potresti dirmi come la band si è evoluta, dagli inizi fino ad oggi?

Sì! E' ancora molto emozionante. E' divertente. Quando io e Will abbiamo iniziato con i Cutthroats 9, stavo solo suonando facendo scorrere ogni cosa. Col passare del tempo ho iniziato a suonare la mia chitarra con maggiore continuità. Suono in questo modo da quando ero molto giovane e questo è sempre stato qualcosa che ho amato fare. Dopo un periodo di pausa, ho deciso che volevo tornare a comporre in quel modo. Suonare così è piuttosto divertente.

4. Che tipo di concept c'è dietro l'album "Dissent"? Che relazione c'è tra le varie canzoni dell'album? Sei soddisfatto di questa nuova release?

- Il significato della parola "Dissent" si annida nella maggior parte del contenuto lirico del disco. Sicuramente io ho pareri differenti su come le cose stanno andando nel mondo, su come la gente reagisce a certe problematiche oppure su come devo vivere la mia vita. In giro accade un sacco di fottuta merda che io non condivido. Sì, sono molto contento di questo disco e di come è uscito. Cattura questo periodo della mia vita in un modo molto puro.

5. L'album "Dissent" è un po' più massiccio e diretto rispetto al suo predecessore. Pensi sia a causa della sua produzione? La particolarità della musica, il tocco Groovy e alcune parti di esso non lasciano dubbio alcuno, il che rende il vostro sound abbastanza unico e riconoscibile. Perché la scelta di suonare in questo modo?

- Tim Green è stato complice del suono massiccio di questo disco (presso i LOUDER SUDIO). È stato fatto tutto su nastro e lui sa davvero come far suonare bene le cose. Per quanto riguarda il mio modo di scrivere, non so cosa rispondere con esattezza. Io scrivo il tipo di musica che mi piace suonare...

6. Possiamo fare nulla per salvare le nostre anime in questa società contemporanea? ...Ogni giorno sembra di vivere nella paura!

- Non so come rispondere a questa domanda. Basta provare ad essere la persona migliore e fare quello che si può per esserlo. Chi può sapere cosa avverrà nel prossimo avvenire.

7. Avete in programma dei concerti dal vivo a supporto dell'album?

- Sì. Abbiamo appena fatto un breve tour con "Black Cobra" ed è stato davvero divertente e stiamo anche cercando di organizzare un tour con "Whores" in autunno. Speriamo di passare dall'Europa.

8. Questo è tutto! Grazie mille per l'intervista, buona fortuna con tutto! Le parole finali le lascio a te...

- Grazie. Speriamo di suonare presto da voi.



CONTATTI: 

lambunlimited.bandcamp.com/dissent
facebook.com/TheCutthroats9


THE CUTTHROATS 9 line-up:

Chris Spencer
Will Carroll
Tony Baumeister


RECENSIONE:
THE CUTTHROATS 9 "Dissent" LP 2014 - lamb unlimited



Nessun commento:

Posta un commento