sabato 21 giugno 2014

Intervista: TERRA TENEBROSA - "IL TUNNEL SENZA FINE"






I TERRA TENEBROSA SONO UNA DELLE FORMAZIONI PIU' INTERESSANTI ATTUALMENTE IN CIRCOLAZIONE. TUTTI I COMPONENTI CHE FORMANO LA LINE-UP SONO EX-BREACH (COME DIMENTICARE QUELLA BAND?!?!) E NON E' UN CASO SE GLI SVEDESI SIANO STATI IN GRADO DI CREARE QUALCOSA DI STUPEFACENTE, UN SOUND ACCATTIVANTE, TETRO E DANNATAMENTE MALATO. NON MI SONO FATTO SFUGGIRE LA POSSIBILITA' DI INTERVISTARE IL SINGER THE CUCKOO, VISTA LA RECENTE PUBBLICAZIONE DEL NUOVO EP DI DUE BRANI.

1. Ciao The Cuckoo. Grazie per avermi dedicato del tempo...

- Ciao. Grazie a te.

2. Siete stati coinvolti nel mondo della musica per molti anni. E' stata una decisione difficile per voi chiudere con il progetto BREACH nel 2001 ed esplorare un nuovo sound con i TERRA TENEBROSA?

- Breach kind of died out on it's own... E' stata una lotta per un paio di anni e dopo la registrazione dell'ultimo album "Kollapse" non ci fu nessun'altra scintilla. Dopo il live della reunion del 2007 mi sentivo completamente scarico e non avevo più nessuna intenzione di continuare a suonare musica. Decisi di vendere tutta la mia attrezzatura e mi ritirai da tutto ciò che aveva a che fare con la musica. Ma alla fine impugnai nuovamente la chitarra e cominciai a strimpellare delle vecchie idee. Iniziai a registrare della roba principalmente per sbarazzarmi di una specie di prurito che avevo da tempo e abbastanza presto quel materiale diventò il primo album dei Terra Tenebrosa.

2. Mi piace molto il vostro approccio alla musica, davvero particolare e creativo, tra l'altro il sound dei Terra Tenebrosa non si può facilmente catalogare! E' stato importante trovare un suono che si differenziasse da quello che avevate fatto in passato?

- Inizialmente, le prime tracce registrate per i Terra Tenebrosa erano state scritte per i Breach, ma non volevo che queste suonassero come una continuazione di ciò che i Breach avevano già fatto prima, così iniziai a sperimentare con dei sintetizzatori / campionatori, alla fine diedi forma ad un particolare stampo ed ogni traccia registrata portò alla luce un nuovo movimento sonoro sempre più lontano da quello dei Breach. Inoltre feci cadere ogni preconcetto suonando liberamente e senza imposizioni di nessun genere. Utilizzai qualunque idea che mi era venuta in mente in modo da non censurare me stesso. Nei primi periodi, i Terra Tenebrosa sarebbero dovuti essere un progetto interamente strumentale perché io pensavo più in termini di una colonna sonora per le canzoni e molto di ciò che sperimentai era musica ambient. Alcuni brani li ritenevo noiosi
e decisi di mescolarli con delle parti vocali più distorte. Volevo che la voce suonasse completamente disumana.

3. C'è qualcosa di inquietante e pericolosamente estasiante nella vostra ultima release " V.I.T.R.I.O.L. - Purging the Tunnels", ma su questo EP siete anche riusciti a preservare la vostra personale visione malata.

- Entrambe le canzoni erano degli avanzi delle precedenti sessioni di registrazione. "Apokatastasis" non si adattava a "The Tunnel" mentre "Draining The Well" era troppo lunga da inserire in "The Purging". Ma sono tutte e due coerenti perché entrambe le sessioni di registrazione
si fondono una nell'altra. Già prima che il disco "The Tunnels" venisse pubblicato avevamo iniziato a lavorare su "The Purging" e quindi il concept generale è lo stesso sia per l'album che per questi due brani.

4. Qual è il significato del titolo dell'EP e dei due titoli delle canzoni? C'è un tema o un concept dietro questo lavoro?

- V.I.T.R.I.O.L. è un motto alchemico che per me suona bene ed è così che involontariamente è diventato il concept dei Terra Tenebrosa. Evidenzia la ricerca all'interno dei tesori nascosti nelle parti oscure dell'anima e della psiche. "Draining The Well" si immerge nel pozzo della conoscenza nella mitologia nordica mentre "Apokatastasis" si basa sulla perfezione dell'anima. Tutti i testi dei Terra Tenebrosa ruotano più o meno intorno allo stesso argomento perché è una grande parte della mia vita quotidiana e inevitabilmente si riversa nelle parole. La ricerca della conoscenza, la raffinatezza di sé, l'esplorazione e l'integrazione di ogni aspetto dell'anima / psiche.



4. Il vostro stile musicale si è evoluto molto nel corso degli anni. Cosa ispira la creazione della vostra musica? Ci sono particolari sensazioni / emozioni, dalle quali si può facilmente trovare l'ispirazione?

- Non guardo alla musica di altri per trovare l'ispirazione. Naturalmente quello che ho ascoltato ha colorato la mia musica, ma non mi sforzo per trovare un sound particolare. Di solito cerco di tradurre certe emozioni o pensieri in musica, soprattutto quelli che provo durante la meditazione o quelli che alterano la mia coscienza in vari modi. Voglio che la musica abbia un suono onirico e allucinato. E non so se ci siamo evoluti così tanto tra i due album precedenti e l'EP. Come ho già detto prima un sacco di materiale per "The Purging" è stato registrato prima dell'uscita di "The Tunnels" e la differenza tra questi due capitoli venne fuori mentre si sceglievano i brani che sarebbero andati a finire sugli stessi. Con The Tunnels ho voluto creare un album omogeneo, volevo che fosse monotono e meditativo così le canzoni più veloci vennero salvate per il secondo "The Purging". Anche perché io non voglio fare lo stesso album per due volte, ogni release deve differenziarsi dalle altre.

5. Le copertine dei vostri album sembrano concentrarsi sempre su temi astratti. Qual è la guida dietro tale strano immaginario?

- Il protagonista sulle copertine è The Cuckoo. Ho fatto in modo che la sua maschera diventasse un effigie di qualcosa che ho visto nei sogni e nelle mie visioni. Così ho voluto che le copertine appartenessero ad un sogno e che in qualche modo riflettessero la musica. La copertina di "The Tunnel" non posso davvero spiegarvela. Abbiamo provato un sacco di cose differenti in quella prima sessione di foto. Gli scatti rispecchiavano la visione dei fotografi su ciò che sono i Terra Tenebrosa. Posso ritenermi felice di quell'immagine. Per "The Purging" ho avuto un idea precisa: The Cuckoo doveva essere accompagnato da gnomi, essendo gli gnomi elementi della terra, gli esseri del mondo sotterraneo e nella mia interpretazione di mondo sotterraneo sono le parti oscure della psiche. Sulla copertina dell'EP l'artista ha mescolato insieme la maschera delle due copertine semplicemente perché le tracce provenivano da entrambe le sessioni. Inizialmente non avevamo intenzione di suonare dal vivo, ma poi quando abbiamo deciso di farlo avevo bisogno di una maschera che mi permettesse di cantare, così mi affidai ad una mia amica che lavora in dei film e nel teatro. La nuova maschera in lattice venne realizzata e lei fece anche un paio di modifiche al disegno in modo da farlo funzionare.

6. Come hai visto cambiare la scena in Svezia dalla fine degli anni '90? Vedi qualche scintilla in quello che sta succedendo ora?

- Io davvero non ho idea. Sono irrimediabilmente introverso e non mi tengo aggiornato su quello che sta succedendo intorno a me.

7. Qual è lo stato attuale dei Terra Tenebrosa? Possiamo aspettarci un nuovo disco?

- Siamo attualmente in fase di completamento del nuovo album. Però non so quando uscirà. Stiamo trovando una nuova etichetta. Suoneremo qualche concerto in Svezia e Finlandia questo autunno e speriamo di fare un giro più corto nel sud dell'Europa.



CONTATTI: facebook.com/terratenebrosaofficial 


TERRA TENEBROSA line-up:

The Cuckoo
Hibernal
Risperd


RECENSIONE:
TERRA TENEBROSA "V.I.T.R.I.O.L." EP 2014 - apocaplexy records







Nessun commento:

Posta un commento