martedì 27 maggio 2014

Recensione: SITHTER "Evilfucker"
DIGITAL ALBUM | CD 2004 - bad road ces




Gli EyeHateGod hanno fatto scuola!!! Altro non si può pensare o affermare mentre si ascoltano le note del debutto dei giapponesi SITHTER. Le orride ambientazioni espulse dalla loro musica sembrano fuoriuscire dalle fitte nebbie della Louisiana e non è un caso se le similitudini con i su citati maestri dello sludge appaiono immediatamente 'palesi' e "riconoscibili'; tanto che anche la voce del chitarrista/cantante Hiroyuki Takano sembra emulare spesso la sofferenza viscerale del vecchio Mike Williams. Troppi sono i momenti in cui i nostri puntano a ricalcare le orme dei giganti del genere. Ovviamente non sono i primi a muoversi in questo modo. Se si deve puntare sull'onestà si dovrebbe dire: "a cosa serve tutto ciò?". Non saprei... Resta il fatto che i Sithter amano queste sonorità, in maniera piuttosto evidente, perciò non si può mettere in discussione la passione, ma ciò non toglie che si doveva trovare qualche diversivo nella formula strumentale in modo da non essere classificati tra i soliti mestieranti. E credo di non mentire. Il sound del gruppo è sulfureo, pesante, gravoso, l'accordatura è ribassata / cupa come nella migliore tradizione, quindi il disco è adatto solo ai più fanatici di voi. Tutti gli altri possono passare oltre.

Contatti: facebook.com/Sithter - badroad.bandcamp.com/evilfucker

TRACKLISTING: Death Sonic Cemetary, Dawn of New Destruction, Taste the Blood, Evilfucker, Isith, My Distortion God, Noisefucker, Smell of Pigs Delight, Children of the Damned.


Nessun commento:

Posta un commento