venerdì 16 maggio 2014

Recensione: INFECTION CODE "La Dittatura del Rumore"
CD 2014 - argonauta records




Era l'anno 1999 quando gli italiani INFECTION CODE esordivano con l'EP di debutto "H.I.V. 999", un lavoro fuori dalle righe per quei tempi, servito da trampolino di lancio per balzare all'interno dell'underground musicale nostrano. In tutti questi anni, la band di Alessandria ha superato il suo perimetro, penetrando lo spazio di diverse etichette discografiche (2KK Records, New LM Records, Beyond Productions) con le quali è riuscita a pubblicare quattro dischi, escludendo questo ultimo "La Dittatura del Rumore" (in uscita il 2 Giugno 2014 via Argonauta Records). Non si può rimanere indifferenti dinanzi ad un disco come questo, perché la sua complessità disturbante trafigge le molteplici inquietudini dell'umano sentire, risultando poco adatta ai palati troppo raffinati ed educati.
La trasmissione su cui vengono presentati i sette brani dovrebbe essere approfondita adeguatamente (prima di ogni altra cosa), per ottenere la possibilità di interiorizzarli nelle giuste dosi. Il nucleo delle note ruota nell'ambito astratto della forma, dove gli equilibri naturali non vengono preservati, ma tormentati senza remore. La cattiveria noise, industrial, post metal ritorna a farsi sentire con la medesima densità, riducendo così la distanza di sicurezza tra chi ascolta e l'onda d'urto che precipita dall'alto. Emergendo dallo sconvolgimento esecutivo, il sound è irrimediabilmente segnato dalla virulenza della nostra epoca che, su "La Dittatura del Rumore" diventa un prezioso indizio di verità. Qui, c'è quello che io amo definire "disagio esistenziale" che, per quanto doloroso, è indispensabile per creare determinate sonorità. Lo spettro dei Godflesh e dei Neurosis di "Through Silver in Blood" (1996) è sempre in agguato ("Profondopiomborosso", "Omniasuntcommunia"). Probabilmente il cantato in lingua italiana viene utilizzato per enfatizzare le sfumature di nero riversate nei testi. Ci tengo a sottolinearlo nuovamente: questi Infection Code non sono adatti a tutti! Cercate di non sottovalutarli.

Contatti: facebook.com/infectioncode - argonautarecords.com

TRACKLISTING: Miasma, Lottacontinua, Vuotavertigine, Maledesistere, Profondopiomborosso, Ilsensodellacondanna, Omniasuntcommunia.


Nessun commento:

Posta un commento