sabato 12 aprile 2014

Recensione: MALAURIU "Presagi di Morte"
EP 2014 - melqart productions




Durante l'ascolto dell'EP "Presagi di Morte" l'oppressione della tenebra si eleva dal mio petto carnoso, un lavoro che mi guida verso la perdita totale dell'idea di contatto con la realtà. I MALAURIU, provenienti da Sciacca (Agrigento), esordiscono tra la luce nebulosa ormai smarrita per dare sfogo alla propria essenza oscura e, potendo citare un verso antico direi: "la polvere è tornata alla polvere per sfamare i vermi che animano il sottosuolo". Nella dimensione cucita dai nostri ogni senso dell'essere è alfine completamente sparito. Per ciò che non è mai stato, per ciò che non deve avere forma, per ciò che è senz'anima. Le note di questi brani si alimentano attraverso le lunghe radici del passato, quelle che hanno dato linfa al primo black metal (scarno e tagliente per intenderci). Il senso di angoscia permanente lascia trasparire lo spaventoso mutamento che infetta la carne. "Presagi di Morte" dimostra che la vecchia fiamma non è completamente scomparsa grazie ad un sentimento che ha ancora una precisa funzione nel cuore dell'underground nostrano. Una canzone come "Oltre La Soglia" smuove la terra umida che da decenni custodisce le ossa infradiciate dei dannati. I Malauriu, per certi versi, si ricollegano al sound nordico, tanto da richiamarmi subito alla mente i lavori dei grandi maestri della prima ondata del genere. Una discesa negli inferi che hanno in sé una profondità ben più grande di quella che si possa immaginare. E' doveroso sottolineare che in questo EP non troverete nulla di innovativo, ma i tristi orrori del reale che emergono dalla musica e testi (cantati in italiano e a tratti in dialetto) riescono ad insinuarsi nell'apparato uditivo con una insana, velenosa voracità. Consigliati agli appassionati di tali sonorità, anche perché i restanti potrebbero non apprezzarli fino in fondo.

Contatti: facebook.com/malauriuofficial - malauriuofficial@gmail.com

TRACKLISTING: Sentieri di Morte, Oltre la Soglia, Culto del Caos, Valzer Macabro, La Tribù dei Giudei, Figlio della Croce, Dannazione Eterna




Nessun commento:

Posta un commento