sabato 29 marzo 2014

Recensione: TELLUSIAN "Collision"
CD 2014 - autoprodotto




Gli svedesi TELLUSIAN (nati nel 2010) provengono dalla città di Malmö e grazie a questo "Collision" dimostrano di avere la stoffa per diventare una band di tutto rispetto nel circuito della musica estrema europea. La loro determinazione riesce a costruire qualcosa di sentito, assolutamente fugace. Facendo leva su strutture mai scontate, offrono una performance a dir poco convincente ed una tracklist ricca, ben bilanciata, dinamica nel suo complesso. Ciò che colpisce da subito è la grande quantità di idee partorite dai quattro scandinavi, ed è altrettanto esaltante constatare come i nostri riescano a gestirle per creare un lavoro originale e fuori dagli schemi. Sono davvero bravi a sfuggire da un copione già sentito e risentito tante volte, ed è anche per questo motivo che "Collision" piace fin dalle prime battute (soggettivamente parlando). Ogni strumento è ben valorizzato dalla produzione, diventando così uno dei punti vincenti del disco in analisi. La musica dei Tellusian è camaleontica perciò destinata a quanti di voi amano soluzioni meno stabili nella sostanza. Tutto ciò in virtù di un songwriting in grado di mettere a fuoco le potenzialità del gruppo ed un contesto sonoro assai interessante. Creatività e passione sembrano essere le armi dei quattro, arrivando a regalarci un condensato articolato in tutte le sue sfaccettature, a tratti opposte. Ma si sa, gli opposti spesse volte si attraggono e nel caso dei Tellusian queste varie componenti sembrano diventare velocemente credibili. Difficile definire in parole povere cosa sono in grado di fare questi ragazzi. Si viaggia su territori fertili dove i frutti nascono dai semi del metal, rock, grind, noise.. Insomma una vasta gamma di sensazioni! In poche parole, hanno le carte in regola per potersi stabilire su un livello di tutto rispetto.

Contatti: tellusian.bandcamp.com - facebook.com/Tellusian

TRACKLISTING: Rivalry, The Collyer Brothers, Saw Collector, In the Wake of Circuses and Parades, Wolf in Sheep's medicine, Idiotens dilemma, Bastard Street, Armour to Paper, Terminal, Collision.


Nessun commento:

Posta un commento