domenica 2 marzo 2014

Recensione: HELMS ALEE "Sleepwalking Sailors"
CD 2014 - sargent house




Lo scenario del nuovo rock duro americano comincia a delineare le proprie coordinate. Il trio HELMS ALEE dimostra vera personalità cercando di non ricadere in stereotipi ormai difficili da sviare. Il voltaggio ad alta energia ha un taglio grunge/stoner, ma anche punk per certi versi; e devo dire che i 3 di Seattle (Ben Verellen, Dana James, Hozoji Matheson) sono molto bravi nel tenere alta l'attenzione dell'ascoltatore servendosi di un songwriting abbastanza variegato, spesso costruito su strutture post moderne davvero niente male. "Pinniped" o "Heavy Worm Burden" sono di quelle tracce che lasciano il segno per fantasia compositiva (nulla da togliere alle altre ovviamente). Tutte le canzoni della tracklist sono godibili e trascinanti grazie ad una carica indubbia. Le due voci vanno controcorrente (una è maschile l'altra femminile), non mantengono mai le stesse varianti stilistiche e questo giova alla qualità della proposta. Naturalmente la band in questione si muove tramite ingranaggi ben oleati, ed è chiara l'intenzione di esplorare territori musicali differenti. Gli Helms Alee garantiscono una spinta maggiore ai brani che sono in bilico tra irruenza metal e nuovo rock alternativo. Grandi suoni, grande gusto, grande talento. La copertina è folle quanto la loro musica. Ci tengo a sottolineare che in passato erano sotto contratto con la rinomata Hydra Head. Consigliati.

Contatti: helmsalee.bandcamp.com - facebook.com/HelmsAlee

TRACKLISTING: Pleasure Center, Tumescence, Pinniped, Dangling Modifiers, Heavy Worm Burden, Crystal Gale, New West, Fetus-Carcass, Slow Beef, Animatronic Bionic, Dodge The Lightning.


Nessun commento:

Posta un commento