lunedì 31 marzo 2014

Recensione: ANARCHOS "Descent Into The Maelström"
MCD | MLP 2014 - vic records | chaos records




TRUE DEATH METAL! Non ci sono altre parole per descrivere questo debut EP degli olandesi ANARCHOS. "Descent Into The Maelström" è piuttosto fedele alle ambientazioni distorte dei tempi, venti minuti feroci e distruttivi nei quali l'orgia di riff taglienti non lascia scampo. L'impatto è buono e ci mostra una formazione preparata, capace di scrivere discrete trame strumentali, garantendo così un assalto frontale roccioso, grazie anche ad una produzione veramente all'altezza. Gli Anarchos firmano un death metal solido, abbastanza riconoscibile, ma comunque portatore di quel feeling rabbioso e marcio che è sicuramente caratteristica peculiare dell'old school. "Descent Into The Maelström" piacerà ai più nostalgici, anche perché di attuale ha ben poco, o sarebbe meglio dire che 'non ha nulla'! L'originalità non è certo la forza dei nostri e nemmeno sembra essere una loro priorità (!!!). Il sound granitico del presente EP è una sorta di rimpasto dei vecchi gloriosi scenari partoriti dalle band che hanno scritto parte della storia, perciò non potrà mai fare la differenza all'interno del panorama estremo odierno. Le 5 canzoni death oriented (semplici e dirette) non dicono molto pur seguendo determinate regole. Anche dopo pochi ascolti devo constatare come il lavoro in oggetto sia privo di momenti tali da renderlo riconoscibile o, quantomeno, capace di emergere dalla massa.

Contatti: anarchos.bandcamp.com - facebook.com/anarchos666

TRACKLISTING: Anointing Of The Sick, Morbid Ways To Decay, The Great Black Death, Sarggeburt, Tales Of The Mutilated Remains.


Nessun commento:

Posta un commento