mercoledì 26 marzo 2014

Intervista: ALLOCHIRIA - "IL DECLINO DELL'UOMO MODERNO"






GLI ALLOCHIRIA SONO UNA GIOVANE BAND PROVENIENTE DA ATENE, MA NONOSTANTE SIANO SOLO AL DUBUTTO, QUESTI RAGAZZI GRECI HANNO LE IDEE CHIARE SUL LORO OPERATO ALL'INTERNO DELLA SCENA SLUDGE / DOOM METAL. L'ALBUM DI DEBUTTO "OMONOIA" E' IL PUNTO DI PARTENZA PER QUESTA CHIACCHIERATA...

1. Il vostro album di debutto è fuori e si intitola "Omonoia". Parliamo di questo full-length? E' davvero intenso e potente. Sei d'accordo con me?

Stavros: Beh, quando abbiamo iniziato la composizione di questo album avevamo in mente di fare qualcosa che fosse simile ad una emulazione delle emozioni di una persona che vive in una grande città, con la sua solita routine, raccontare i suoi giorni uguali... la depressione, la mancanza di speranze... Così siamo d'accordo con te, contenti di essere riusciti a trasmettere l'intensità e la rabbia che volevamo.

2. Il sound degli Allochiria sembra influenzato dallo sludge/doom metal ma anche da diverse band sperimentali del genere... C'è qualche verità in questo? Come siete arrivati a questa fusione? Come si potrebbe descrivere la vostra musica?

Ted: Il fatto è che siamo una band di cinque elementi e ognuno di noi è stato influenzato da cose diverse, che hanno inconsciamente contribuito alla nostra musica. La scena sludge è sicuramente una delle nostre più grandi influenze, ma non è l'unica. Vorrei descrivere la nostra musica semplicemente come musica degli Allochiria.

3. Puoi dirmi di più sui vostri brani?

Irene: Tutte le canzoni trattano della società moderna e l'influenza che questa ha sulla psicologia dell'uomo. Si parla di vita quotidiana, della monotona routine, della rabbia, o addirittura pensieri suicidi, e altro ancora. Proprio come la psicologia e il comportamento di una persona, le nostre canzoni non sono "stabili", non seguono un modello e non abbiamo avuto un particolare orientamento musicale durante la loro composizione.



4. Cosa ha ispirato il titolo dell'album? Da dove arriva l'ispirazione per le lyrics?

Irene: Avevamo già deciso il concept che avrebbe caratterizzato l'album: "la vita urbana e miserabile della gente di oggi". Così ho iniziato a scrivere i testi per le canzoni tenendo in mente questo concetto. Non era difficile ottenere ciò perché tutti viviamo in una società come questa, perciò posso dire che la nostra ispirazione proviene dalle nostre vite ed esperienze personali. "Omonoia" in greco significa "pace", ma è anche il nome della piazza centrale di Atene, che, onestamente, non ci ricorda nessun sentimento di pace e armonia. Quindi questo doppio significato della parola è stato il motivo più importante per cui abbiamo scelto di utilizzarla per il nostro primo album.

5. Tutto sembra abbastanza pesante e atmosferico sulla registrazione. Che tipo di attrezzatura è stata utilizzata?

John: I nostri ingranaggi principali sono due Gibson Les Paul Studio , una testata Mesa Boogie Transatlantic TA-15 con un Orange Cabinet, un Orange Rocker 30 Combo, un basso Schecter Stilleto Studio con una testata EBS Fafner 1, e un EBS Cabinet, più un sacco di effetti. Utilizziamo la stessa attrezzatura per i concerti, ovviamente la medesima venne usata per la registrazione di "Omonoia", con l'aggiunta di ad alcuni Marshall, delle chitarre Ibanez a 7 corde, più una chitarra acustica.



6. Ci sono delle variazioni interessanti nel materiale di "Omonoia". Ritieni ci sia complessità all'interno di questa pesantezza strumentale?

Stavros: Durante la fase di composizione abbiamo solo improvvisato e mescolato idee diverse, e questo è avvenuto in ogni pezzo dell'album. Qualcosa che è venuta in maniera naturale. Naturalmente ci sono alcune parti che sono complicate, ma la maggior parte dell'album non lo è...

7. Com'è la scena metal ad Atene?

Stef: La scena metal di Atene sta affrontando un lungo periodo di fioritura. Ci sono molte band con materiale ispirato! Siamo molto orgogliosi di essere parte di questa scena e cercare di contribuire quanto più possibile.

8. Qual è il prossimo passo per la band? Grazie per l'intervista!

Ted: Bene, ora vogliamo andare in tour il più possibile. Inoltre vorremmo pubblicare uno split con alcune altre band locali. Ma il nostro obiettivo principale è "Omonoia" e speriamo sarà ascoltato in molti luoghi diversi e da molte persone. Thank you for the invitation!



CONTATTI: allochiria.bandcamp.com - facebook.com/Allochiriatheband


ALLOCHIRIA line-up:

Irene - Voce
John - Chitarra
Stef - Batteria
Steve - Chitarra
Ted - Basso

RECENSIONE:
ALLOCHIRIA "Omonoia" CD 2014 - autoprodotto



Nessun commento:

Posta un commento