mercoledì 12 febbraio 2014

Recensione: LOS RANDOM "Pidanoma"
CD 2014 - lastias records




Il trio con sede a Tucumán-Argentina, mi rende partecipe di una visione tanto deforme quanto allucinata. I LOS RANDOM si inseriscono nel filone dello sludge / doom / stoner-rock contaminato dalla musica eclettica e addirittura dalle onde magnetiche / vibranti della psichedelia d'annata, risultando così una creatura tentacolare davvero particolare (provate a sentire la lunghissima song "Mee Chango" nella quale appare come ospite speciale il musicista Adrian Terrazas Gonzalez dei grandi The Mars Volta, impegnato in delle parti di Sax emblematiche!). I nostri recuperano il gusto per gli arrangiamenti tipici del jazz trasformandoli in una miscela di matura aggressività, fortunatamente mai fine a se stessa. Spesso il sound fluisce con intrecci progressivi, ostici, ma questi non vengono mai esasperati dal gruppo; al contrario, si snodano dal corpo delle canzoni per rafforzare l'esperienza messa a disposizione dell'ascoltatore. Senza ombra di dubbio i Los Random dipingono immaginari molto più sconfinati di altri loro simili, rappresentando una dimensione che si illumina quando cielo e terra si abbracciano sulla linea dell'orizzonte ("Guri Guri Tres Piñas"). Certamente i temi cardine dell'opera rimangono ben saldi nella ricerca spirituale ed è questo aspetto a fare di Pidanoma un full-length speciale. Finalmente posso dire di aver metabolizzato un lavoro ricco in un genere a volte troppo statico e spesso monotono. Consigliati!

Contatti: randomprog.bandcamp.com - losrandom.com

TRACKLISTING: Corto Normal, Ojota y Media, Mee Chango, Mia Gato Está Solo en la Oscuridad, Guri Guri Tres Piñas.




Nessun commento:

Posta un commento