domenica 8 dicembre 2013

Recensione: GLOCKENSPIEL "Dupleix"
LP | CD 2013 - babel label




Adrian Dollemore e Steve d'Enton sono gli artefici del sound improvvisato che caratterizza il battito audace del progetto GLOCKENSPIEL. I musicisti inglesi traggono ispirazione da molteplici stili tra i quali spiccano per impatto: drone, elettronica, post rock.. e partendo da questi, mutano la profusione di suoni, rumori, riverberazioni fino a saturarne l'evoluzione stessa. Queste cinque tracce sono influenzate dallo spirito eclettico che i nostri hanno deciso di introdurre in musica per creare ambientazioni consone ai loro gusti. La rappresentazione espressa nel nuovo "Dupleix" si avvale anche della tecnica del duo, che fa eco nell'architettura del disco, decorandone ogni superficie. La concezione ornamentalistica di Glockenspiel prova ad entrare in osmosi con l'ascoltatore per penetrarlo dal cuore. I sostenitori di tali sonorità condivideranno sicuramente le medesime vibrazioni e scelte di Dollemore / d'Enton, ma anche gli altri potranno trovare la giusta chiave di lettura gustando la metamorfosi di brani quali "Tramadol" o "Fentanyl". "Dupleix" diventa così un perfetto accompagnamento, ricco ed emozionale. Complimenti sinceri!

Contatti: facebook.com/pages/Glockenspiel/42150447704

TRACKLISTING: Larven, Dupleix, Bellville, Tramadol, Fentanyl.


Nessun commento:

Posta un commento