venerdì 27 dicembre 2013

Recensione: FARTHEST NORTH | Parhelion & Zac Keiller
CD 2013 - cyclic law




Questo gelido album nasce dalla collaborazione tra il musicista canadese PARHELION e l'artista australiano ZAC KEILLER, uniti per confezionare un agghiacciante condensato di sonorità desolanti legate alla corrente del dark ambient più tradizionale. Nelle note che presentano il disco viene specificato che il concept è stato sviluppato / realizzato grazie alla sintonia tra i due compositori, entrambi interessati a far emergere dai ghiacciai nordici le vibranti energie intrappolate sotto il suolo. Posso tranquillamente affermate che il risultato finale convince per intensità e scelta dei suoni. Le musiche elaborate attraverso un accurato processo compositivo evocano immaginari tanto lontani quanto sconosciuti ai miei occhi, per tale motivo non posso che abbandonare tutta la mia attenzione nelle folate di "Farthest North", utilizzando l'immaginazione. La label Cyclic Law pubblica il full-length con l'aggiunta di un bel DVD bonus, in modo da poter delineare meglio l'impatto, coinvolgendo l'ascoltatore con una speciale e inedita esperienza audio visiva. La sensazione di distacco è intensa durante la fruizione delle lunghe canzoni dell'album e, questo ambiente rigido non fa altro che determinare il blocco totale degli arti, privandoli di ogni possibile funzionalità per 43 minuti ininterrotti. Il mio consiglio? Non ignorate "Farthest North"! Disponibile da Novembre.

Contatti: cycliclaw.com

TRACKLISTING: Sunless Sea, Perfect Desolation, Smokey God, Abode of Light, Opal Sky, In the Midst of Eternal Ice, Farthest North.


Nessun commento:

Posta un commento