venerdì 13 dicembre 2013

Recensione: THE ECHELON EFFECT "Atlantic"
DIGITAL ALBUM 2013 - autoprodotto




Le aspettative per il nuovo album degli inglesi THE ECHELON EFFECT erano alte, ed è sorprendente constatare come il polistrumentista Dave Walters e il suo compagno di viaggio Steve Tanton alla batteria (oltre che agli ospiti Torsten Kinsella voce su "Hidden Rocks", Ciaran Morahan chitarra in "Remember Sennen" e Noah Champoux voce narrata sulla bella "Fallen"), non abbiano deluso i loro seguaci. "Atlantic" va addirittura oltre perché capace di ondeggiare con delicate movenze sopra la superficie dell'acqua calma, illuminata dal crepuscolo. L'album riconferma quanto di buono sia stato già fatto da questi musicisti, con l'unica differenza che l'attuale sound è ancora più raffinato, ricco di melodie accattivanti... spruzzate da fluttuanti elaborazioni introspettive. Colpiscono la scelta dei suoni, la gestione degli arrangiamenti (sempre freschi, ben disposti). Il nuovo "Atlantic" cerca di riallacciarsi ai capitoli precedenti facendo leva su atmosfere che possano rapire l'attenzione dell'ascoltatore. In gran parte del disco i TEE ci riescono, fortunatamente senza mai ricorrere a futili soluzioni preconfezionate. Il progetto messo in moto da Dave Walters si stabilizza definitivamente su livelli alti di emozionalità ed è questa entusiasmante sensibilità a farlo diventare così accattivante. Un inno per chi ama la musica da trasporto, realizzata con la professionalità di chi antepone la qualità delle note alla ricerca fine a se stessa. Provare per credere. "Atlantic" è la prima parte di un doppio album, la seconda (intitolata "Pacific") verrà pubblicata nel 2014.

Contatti:

theecheloneffect.bandcamp.com/album/atlantic
facebook.com/theecheloneffect

TRACKLISTING: Minack, As The Lights Fade Away, Hidden Rocks (feat. Torsten Kinsella), Fallen, Marazion, Masts, Dream Of Dry Land, Guiding In, Remember Sennen (feat. Ciaran Morahan), Panama, Tired Wings.


Nessun commento:

Posta un commento