mercoledì 27 novembre 2013

Intervista: PUTRIFIED - "ATTO DI PROFANAZIONE"






LO SVEDESE A.DEATH E' ARTEFICE DI UN AGGRESSIVO DEATH METAL LEGATO ALLA VECCHIA SCUOLA. UN MUSICISTA CON ESPERIENZA E COMPETENZA IN MATERIA. I SUOI PRECEDENTI ALBUM E IL NUOVO EP "SACRILEGIOUS PURIFICATION" NE SONO LA DIMOSTRAZIONE. I PUTRIFIED SAPRANNO COME SFAMARE GLI APPASSIONATI! A LUI LA PAROLA...

1. Ciao A.Death. I Putrified hanno iniziato nel 2010 con più o meno lo stesso atteggiamento che avete oggi. Una band aggressiva e sincera. È corretta la mia opinione? Suonate TRUE DEATH METAL!

- Il progetto Putrified è nato quando iniziai a raccogliere un sacco di canzoni, nel corso di un paio di anni, tutto era in vena con il Death Metal. Ero stato occupato in gran parte con il Black Metal, soprattutto suonando e registrando con gli Infuneral. Nel 2010 ho sentito nuovamente l'esigenza di scrivere materiale Death Metal, non c'era davvero altra scelta.

2. La ragione principale di questa intervista è ovviamente l'uscita di "Sacrilegious Purification". Il nuovo EP è un po' più massiccio e diretto , anche a causa della produzione?

- Sì, la differenza principale tra "Sacrilegious Purification" e le nostre precedenti releases è la produzione. Questa volta ho registrato con attrezzature migliori e avevo anche a disposizione Oskar e Devo del celebre Endarker Studio (Marduk, Ofermod, Funeral Mist, Nefandus) per gestire tutto il mix finale e il mastering del disco. Si tratta di una combinazione di due mondi. In primo luogo manteniamo il naturale sound retro, unito ad un po' di sporcizia, poi c'è la produzione più moderna per portare maggiore potenza e attacco sulla registrazione. Combinando
i due elementi abbiamo ottenuto il nostro risultato finale. Penso che "Sacrilegious Purification" abbia una produzione eccellente. Per quanto riguarda la musica attuale, ci sono anche delle vibrazioni black metal che brillano attraverso questo MCD, a differenza dei precedenti album "Spawn Of The Dead" e "Neurotic Necrotic". Una naturale evoluzione dal momento che vengo da un background Black Metal e questo è profondamente radicato in quello che sono. Ho anche imparato alcuni trucchi lungo la strada, da quando è nato il progetto Putrified. Insomma tutto è per il meglio.

3. Qual è stata la tua mentalità / approccio a questo nuovo lavoro?

- Prendere i Putrified e portarli ad un livello successivo, sia in termini di songwriting che in termini di registrazione e produzione. Volevo che i Putrified si esprimessero nel pieno potenziale perché so quello che siamo ora. I primi due lavori mostravano dove la band si trovava alla fine del 2010. "Sacrilegious Purification" mostra dove ci troviamo ora, oggi.



4. Che relazione c'è tra le diverse canzoni del nuovo EP "Sacrilegious Purification"?

- Sono contento che me lo hai chiesto perché c'è un tema che attraversa tutto il disco. L'album è costruito su diverse forme di sacrifici, sia attraverso la carne che lo spirito. "Sacrilegious Purification" esplora diverse forme di fede, il suo impatto sulla psiche umana e il ritiro di dio. Sono anche affascinato dal destino e dalla dualità, questi aspetti si trovano nei testi dell'attuale lavoro ma saranno presenti anche sul prossimo album.

5. "Sacrilegious Purification" è la seconda release su Hellthrasher Prod . Perché questa scelta?

- E' il secondo album dei Putrified su Hellthrasher Productions, perché è una label che ha pubblicato un bel po' di buone releases, costruendosi lentamente un nome nell'underground. E' stato serio e facile lavorare con un'etichetta con la quale mi sento coinvolto. Quelli della Hellthrasher Prod. hanno anche una buona reputazione oltre che una distribuzione molto valida a livello mondiale, ottimo per una label delle loro dimensioni. A loro piacciono i Purified.

6. Come descriveresti l'evoluzione dei Putrified?

- Come un angelo caduto, ascendente dal regno sottostante. Deve essere soddisfatto con gloria divina. Oggi guardo ai nostri primi due dischi come dei demo, dal momento che sono stati fatti molto in fretta e con attrezzature di base. A causa di ciò ho voluto che il loro suono/impatto risultasse legato alle vecchie registrazioni di demo dimenticati, molto crudi, lo-fi e in your face. In realtà, "Spawn Of The Dead " è stato un test, ho gestito da me la registrazione, tutti gli strumenti e le voci. Inizialmente, non avevo pianificato di pubblicare la prima registrazione, ma ha superato le mie aspettative. Così ho continuato ad andare avanti. "Neurotic Necrotic", che è fu registrato subito dopo il primo album, è stato curato un po' di più. Mi resi conto che potevo tirarlo fuori e continuai ad esplorare altri temi lirici (essendo questo un concept album costruito su un antico orrore) e arrangiamenti. Entrambi questi lavori sono stati registrati nel corso degli ultimi mesi del 2010, un periodo in cui mi sono potuto dedicare completamente alla concezione della band. "Sacrilegious Purification" è stato registrato nel 2012. Oggi i Putrified significano molto di più per me rispetto a quello che ho fatto allora. Il nostro obiettivo è cambiato con il passare del tempo. Il modus operandi è anche leggermente diverso rispetto al nostro umile inizio, e continuerà ad evolversi.



7. Avete intenzione di fare concerti dal vivo a sostegno dell'EP?

- Di meno. Abbiamo una vera e propria line-up dal vivo. Purtroppo ci siamo presi quasi un anno di pausa dalle prove dato che il nostro attuale batterista ha dovuto subire una seria operazione alla mano. La vita in generale è stata anche abbastanza frenetica negli ultimi tempi, tuttavia, ecco la line-up:

A.Death - Vox & Guitar
Crypt - Drums
P.Apocalypse - Bass
Grave - Chitarra

Inoltre ho focalizzato la mia energia sul completamento dell'artwork e del layout per "Sacrilegious Purification", così come la registrazione di base per il prossimo full-length, fatta durante la nostra inattività. Torneremo alle prove a breve e quando arriverà il tempo il palcoscenico e il pubblico saranno profanati.

8. Suonare in una one man band, significa che si deve creare tutta la musica da soli. Quali sono i punti a favore in un progetto portato aventi da un solo uomo?

- In quasi tutte le band ci sono solo una o due persone che scrivono tutta la musica e i testi. Quindi, in questa materia non esiste una vera differenza. Il fatto che io abbia registrato tutti gli strumenti e le voci, è la vera differenza. A questo proposito, ero stufo di suonare in gruppi dalla line-up completa, con tutta quella logistica e il rispettivo scontro delle differenti volontà. E' stato molto liberatorio gestire i Putrified completamente da solo, senza dover preoccuparsi di qualcun altro. Se mi piaceva un'idea e volevo provarla potevo farlo. Ora, posso dire che le collaborazioni possono essere anche molto appaganti se il rapporto di lavoro è sano. Il prossimo full-lenght avrà molti diversi collaborazioni. Tutto per il meglio della nostra visione.

9. Grazie per il tuo tempo! Ti auguro il meglio!

- Grazie per il tuo supporto, ho apprezzato molto. Chi vuole può acquistare i dischi e il merchandising dei Putrified e delle nostre relative band a: http://frozenbloodstore.blogspot.se

Death Darkness Decay!



CONTATTI: facebook.com/pages/Putrified/139314062811752?fref=ts

PUTRIFIED line-up:

A.Death - Polistrumentista e Voce

LINE-UP Live:

A.Death - Voce, Chitarra
Crypt - Batteria
P.Apocalypse - Basso
Grave - Chitarra

RECENSIONE:
PUTRIFIED "Sacrilegious Purification" MCD 2013 - hellthrasher prod



Nessun commento:

Posta un commento