venerdì 25 ottobre 2013

Recensione: SAHG "Delusions of Grandeur"
CD | LP 2013 - indie recordings




L'anno 2013 è stato segnato da ottime uscite discografiche, alcune delle quali sono giunte a noi dalla fredda e affascinante Scandinavia! ..Tra i pochi ad avermi emozionato a primo ascolto ci sarebbero gli svedesi New Keepers of the Water Towers, ma anche i norvegesi SAHG che, con il nuovo disco "Delusions of Grandeur" non fanno altro che aumentare notevolmente la gradazione emozionale, già di per se imponente nel sound dei nostri. Chiusa la trilogia dei primi full-length (contrassegnati dai titoli I,II, III), i 4 del gruppo amplificano la propria proposta musicale celebrando l'ascesa di innumerevoli figure spaziali che, mosse dai venti freddi del Nord, invadono prepotentemente lo scenario aperto davanti ai miei occhi. Realismo e astrazione trovano qui, la vera sintesi. Ma cosa hanno di così speciale i Sahg rispetto a tanti altri loro colleghi? Beh, senza pensarci tanto direi: un songwriting professionale, curato, dinamico, ben prodotto , privo di sbavature; nonostante risenta di numerose influenze conosciute nei seventies / eighties (Led Zeppelin oppure Rush, Ozzy Osbourne band), sonorità sicuramente amate da Olav Iversen + soci e, che appaiono subito evidenti. I Sahg segnano qui un'ulteriore evoluzione: molto più vicina alle gesta progressive degli eclettici Mastodon. Nessun pregiudizio (sia ben chiaro a tutti!), perché in "Delusions of Grandeur" la bella musica è suonata con grande dignità, impegno e buona personalità. I brani non sono mai scontati o storditi dal peso dei minuti, perciò mi sento libero di esprimere i miei più sinceri complimenti ai Sahg. Non è da tutti riuscire a mantenere sveglia/vigile l'attenzione di chi ascolta. Dalla splendida traccia di apertura "Slip Off The Edge Of The Universe" il gruppo ricorre costantemente a tutto il proprio linguaggio espressivo, ma nonostante ciò intorno a questo non vogliono mettere nessun muro che possa impedire il passaggio delle onde sonore. "Delusions of Grandeur" è impreziosito da una prova vocale superlativa e molto ispirata. Non è solo una questione artistica: ai musicisti chiamati in causa piace stimolarsi e vivere la musica in maniera 'totale'. Vi aspettano momenti da brividi inaspettati. Bergen non è solo la città delle chiese bruciate dalla Black Metal Inner Circle! Procuratevi subito questo disco.

Contatti: facebook.com/Sahgband - youtube.com/sahgband

TRACKLISTING: Slip Off the Edge of the Universe, Blizzardborne, Firechild, Walls of Delusion, Ether, Then Wakens the Beast, Odium Delirium, Sleeper's Gate to the Galaxy


Nessun commento:

Posta un commento