martedì 24 settembre 2013

Intervista: BLEACH EATER - "I DUE VOLTI DELLA PAURA"




CHI SEGUE SON OF FLIES W. AVRA' NOTATO NEGLI ULTIMI MESI LA MIA COSTANTE PROMOZIONE PER I DEATHSTER NEWYORKESI BLEACH EATER. UN IMPEGNO SERIO E DA ME AVVIATO GRATUITAMENTE, SENZA CHIEDERE UN CENTESIMO A QUESTI DUE DEATH METALLER DELLA GRANDE MELA. AVEVO SOLO VOGLIA DI FAR ASCOLTARE/GUSTARE LA LORO MUSICA NEL PANORAMA UNDERGROUND NOSTRANO, SUPPORTALI SENZA NESSUNO SCOPO LUCROSO. ED E' COSI' CHE DIVERSE WEBZINE E RIVISTE ITALIANE DI SETTORE HANNO PRESO IN CONSIDERAZIONE IL MIO OPERATO/LAVORO RISERVANDO PAROLE DAVVERO POSITIVE AL DEVASTANTE DEBUTTO "NIGHT WORK". LI RINGRAZIO TUTTI! CON IL CHITARRISTA/CANTANTE DON MILLARD VENNI A CONTATTO MESI FA, DOPO L'INTERVISTA FATTA AL RAPPER GORE ELOHIM, CAPO DELLA SUPERCOVEN REC. (LABEL CHE HA PUBBLICATO IL SU CITATO DISCO). DA QUAL MOMENTO, TRA NOI, SI E' CONSOLIDATA UNA BELLA AMICIZIA E STIMA RECIPROCA. "NIGHT WORK" ARDE NEL FUOCO MORTALE DEL DEATH METAL. UN LAVORO SENTITO, SOLIDO, PIENO DI RABBIA, CARATTERIZZATO DA UN SONGWRITING INTERESSANTE / DEGNO DI NOTA. I DUE COMPONENTI DEL PROGETTO HANNO RISPOSTO ALLE MIE DOMANDE. LA PAROLA A DON MILLARD E JAY HAILEY.

1. Il vostro album di debutto è stato pubblicato e si intitola "Night Work". Parliamo di questo full-length? È veramente intenso e veloce...

- Siamo d'accordo con quanto dici.

2. Buona parte del suono dei Bleach Eater sembra influenzato da grandi formazioni e anche molto brutali come Terrorizer, Morbid Angel, Exhumed. Ma grazie al vostro approccio musicale sembra di riviverle da un nuovo livello estremo. C'è qualcosa di vero in questo, e come siete arrivati a tale fusione di generi?

- Siamo sicuramente influenzati dalle prime death metal/grindcore band come Morbid Angel e Terrorizer, ma non pensiamo a ciò quando componiamo, la nostra musica viene fuori in modo naturale. Nella stessa misura (se non di più) prendiamo ispirazione da album che sono al di fuori dello spettro del genere metal o estremo, come l'hip-hop, soul, new wave, ecc. Ad esempio, l'album di Prince "Dirty Mind" ci influenza allo stesso modo di "Reek of Putrefaction" dei Carcass.

3. Quando scrivete le vostre composizioni, iniziate con un concept per tutte le canzoni, oppure accumulate le idee dei riff e le inserite su un filo conduttore? Insomma, preferite prima concettualizzare le songs sui testi, oppure generate la musica e successivamente scrivete le lyrics su di essa?

- Molte volte sviluppiamo specifiche idee e concept in modo da ottenere delle canzoni su tutto questo, poi scriviamo la musica che sembra giusta per ogni argomento. Altre volte, dobbiamo solo comporre un pezzo di musica e decidere quale sound sia migliore, lasciando che il concept venga fuori naturalmente. Quasi sempre i testi sono scritti per ultimo.



4. "Night Work" picchia con pugni che si alimentano su cattiveria death, gore, grind. Inoltre sono molti gli intro e i passaggi psychedelic. Puoi dirmi di più sulle vostre tracce?

- Per noi la sequenza dei suoni e la musica ha un senso. Tutti i passaggi musicali e i samples aiutano a creare l'atmosfera e le vibrazioni, come in un film. Essi creano una strada nella scena successiva. Ogni canzone è un racconto grintoso.

5. Che cosa ha ispirato il titolo dell'album? Da dove proviene la vostra ispirazione per le lyrics?

- "Night Work" è ciò che accade mentre la gente dorme. L'ispirazione per i testi arriva da molti luoghi diversi. Esperienze bizzarre, dall'occulto , allucinazioni, culture diverse, i miti, i cibi, la criminalità e spazi esterni. Questi sono solo alcuni esempi.

6. Il mastering del disco è stato curato da Scott Hull (Pig Destroyer, Agoraphobic Nosebleed). Cosa ha aggiunto di suo per il risultato finale?

- E' stato il tocco finale a perfezionare le dinamiche sonore del disco. Scott ha fatto in modo che tutto sembrasse devastante.

7. Come avete assemblato le idee per il video di "Den of the Lummox"?

- Quel video serve solo come accompagnamento visivo ed è costituito da diversi spezzoni, assemblati per viaggiare insieme alla canzone. Abbiamo fatto in modo che fuoriuscissero dalla traccia. Noi avevamo solo bisogno di alcune immagini che andassero avanti con essa. Questo è tutto.

8. Perché la decisione di collaborare con il rapper Gore Elohim della Supercoven Records?

- Perché no?

9. Secondo te la musica estrema è cambiata dai primi anni '90? Come e che cosa ti fa pensare tutto ciò?

- E' come qualsiasi altra cosa, esiste una sola volta, per un po', poi ha l'opportunità di diventare inquinata.



10. Don, cosa pensi quando le persone stupide dichiarano questa frase: "Il DEATH METAL?... Sì, è solo un sacco di rumore distorto e suoni vocali che si avvicinano al verso di un maiale appena infilzato." :)

- Haha. Non mi interessa davvero. Odiamo questa merda con tipi di voci simili ad un maiale (per mancanza di un termine migliore), come si può ascoltare nel nuovo "death metal". Se è questo che vuoi dire. (no, non volevo dire questo haha... /NdR).

11. Tre libri o dei film che tu consideri essenziali...

- Qualsiasi film con Richard Pryor e John Candy è essenziale.

12. Quali sono le vostre convinzioni filosofiche?

- Hmm... da qualche parte tra GG Allin, John Hughes e David Icke.

13. Voi vivete a New York... Questa grande città è una buona influenza per voi due?

- E' un ottimo posto. L'Hip-hop è cominciato qui.

14. Avete piani per il futuro?

- Stiamo lavorando su un video musicale. Ulteriori annunci saranno esposti al più presto. Many more experiments to come!

15 . Grazie per la vostra grande musica. Apprezzo la disponibilità nel rispondere all'intervista per i lettori di Son of Flies. Spero di vedervi presto in tour!

- Tante Grazie a te!



Contatti:

BAND:
HOMEPAGE: bleacheater.com
FACEBOOK: facebook.com/bleacheater
BANDCAMP: bleacheater.bandcamp.com
YOUTUBE: youtube.com/user/BleachEaterTV
E-MAIL: bleacheater@gmail.com

LABEL:
HOMEPAGE: goreelohim.com
FACEBOOK: facebook.com/GoreElohim
E-MAIL: supercoven5@yahoo.com

BLEACH EATER line-up:

Don Millard - Lead Vocals, Guitars
Jay Hailey - Vocals, Drums

RECENSIONE:
BLEACH EATER "Night Work" CD | LP 2013 - supercoven records





Nessun commento:

Posta un commento