giovedì 28 marzo 2013

Recensione: LAMIA VOX "Sigillum Diaboli"
CD 2013 - cyclic law




Nel sabba di LAMIA VOX ci sono grandi tavole imbandite sulle quali le streghe affamate gustano le pietanze repellenti che il demonio offre.
Al banchetto seguiranno danze liberatorie e nessuno potrà sottrarsi o peggio allontanarsi. Si danza all'indietro lentamente per venerare i demoni notturni, si danza tenendosi per mano mentre la nostra viscida coda si insinuerà tra i denti del martire che ci segue. Lamia Vox ci costringe a subire il suo rito sabbatico, ci comanda, leccandosi le ferire sanguinanti. La genialità presente in questo disco sconfina nella notte, attraversando le nebbie dell'aldilà. L'intensità estrema mi sembra risultare da un paradossale coniugarsi di queste due vie: la distorsione maniacale delle figure spettrali che coesiste con un trattamento alquanto bizzarro di ciò che le circonda. Virtù enigmatica, si vaporizza in un luogo che, nel caso specifico, è praticamente nullo, ma che deve essere percepito come luogo sperduto. Illuminazioni sconcertanti si spengono all'improvviso, e in definitiva è come se tutto accadesse nella crudezza della notte. E' dunque lecito dedurne che, in tutte le loro vibrazioni, queste sonorità dalle molteplici sfaccettature tendano a manifestarsi senza veli. Lamia Vox offre una prova clamorosa, geniale e nera come la pece. Mai ascoltato nulla del genere! Assolutamente IMPRESSIONANTE! "Sigillum Diaboli" è un CAPOLAVORO. Sarà pubblicato dalla Cyclic Law su digipack cd a sei pannelli apribili (limitato a 600 copie).

Contatti: facebook.com/LamiaVox

"SIGILLUM DIABOLI" TRACKLIST: Born Of The Abyss, Lapis Occultus, At The Crossroads Of The Worlds, Witches Night, Liberation, Enemy Of Heaven, Evil Comes From The North, Sigillum Diaboli, The Prophecy.


Nessun commento:

Posta un commento