giovedì 10 gennaio 2013

Recensione: STROSZEK "A Break in the Day"
cd 2012 - pest productions




Il musicista italiano Claudio Alcara oltre ad essere fondatore degli estremi Frostmoon Eclipse è anche la mente portante di questo progetto neofolk acustico che esce sotto il nome STROSZEK. Il nuovo album "A Break in the Day" è sorretto da melodie tristi e decadenti che sapranno toccare l'anima dei più deboli e rassegnati, di chi ama passare le proprie giornate grigie e piovose dinanzi ad una candela accesa sciolta dal tempo, note solitarie che penetrano l'animo dell'ascoltatore mentre i pensieri lo tormentano tenendolo legato ad un muro immaginario. Un viaggio delicato coperto da nebbie umide e impenetrabili, canzoni malinconiche con le quali Alcara sembra voler oltrepassare la barriera dei tristi ricordi per metabolizzare il passato e curare il presente... La sua è una musica scarna, tagliente, che immediata arriva al cuore. Tutta l'atmosfera del disco è ricca di tensione struggente grazie anche all'interpretazione vocale della vocalist Nat. Uno stile chitarristico versatile, morbido che dipinge immagini spogliate dalla solitudine, un sound che piacevole scorre con un approccio libero e privo di pretese. Ciò che rende particolare questo disco è l'impianto desolante, intimo e toccante. Emozionanti questi Stroszek! A tratti ricordano il mai dimenticato Nick Drake. "A Break in the Day" è stato pubblicato dalla cinese Pest Productions.

Contatti: facebook.com/stroszekofficial - pest666.com

"A BREAK IN THE DAY" TRACKLIST: Autumnal Moon, From Mound to Mound, Green Jade, Secrets of the Earth, Hotel, About This, A Veil, Where It All Went Wrong, I Resign.


Nessun commento:

Posta un commento