giovedì 10 gennaio 2013

Intervista: GORELUST - "RINATI PER UCCIDERVI"






CI TENEVO A REALIZZARE QUESTA INTERVISTA E ALLA FINE SONO RIUSCITO A CONCRETIZZARLA! AVEVO SOLO 16 ANNI QUANDO USCI' "REIGN OF LUNACY" ALBUM D'ESORDIO DEI CANADESI GORELUST. RICORDO CHE AI TEMPI CONSUMAI QUESTO CD NEL MIO LETTORE E ANCORA OGGI RIMANE TRA I MIEI ALBUM PREFERITI DELLA SECONDA ONDATA DEL DEATH METAL. HO SEMPRE CONSIDERATO I GORELUST UNA PICCOLA PERLA DELL'UNDERGROUND ESTREMO! POSSIEDO ANCORA LA COPIA ORIGINALE DELL'ALBUM NELLA PRIMA TIRATURA USCITA NEL 1995. LA STORIA HA VOLUTO CHE DOPO QUESTO UNICO FULL-LENGTH, NEL 1996, LA BAND DECISE DI SCIOGLIERSI PER MOTIVI FINO AD OGGI OSCURATI DAL TEMPO. FINALMENTE DOPO QUASI VENT'ANNI DALLO SPLIT RIESCO A FAR LUCE SULLE MOTIVAZIONI CHE SCATURIRONO QUELLO STOP IMPROVVISO. ATTRAVERSO QUESTA INTERVISTA SI E' FATTA CHIAREZZA SU PASSATO E PRESENTE DI UNA BAND CHE IO REPUTO SEMPLICEMENTE GRANDIOSA NONOSTANTE LA SUA BREVE PERMANENZA NELLA SCENA. JEAN BEAULIEU (CANTANTE) OLTRE AD ESSERSI DIMOSTRATO DA SUBITO UNA PERSONA GENTILE E CON ATTITUDINE, HA COMMENTATO LE MIE DOMANDE CON DELLE LUNGHE E APPROFONDITE RISPOSTE. UNA CHIACCHIERATA VERAMENTE INTENSA E PIACEVOLE...

1. Ciao Jean. Grazie per aver accettato di rispondere alle mie domande. E' un'ottima occasione per parlare della storia dei GORELUST e farla conoscere ai lettori di SON OF FLIES webzine....

- Christian parlare con te dei GORELUST è grandioso. Grazie mille per l'opportunità. L'Italia sembra avere qualche fan orgoglioso dei Gorelust! Abbiamo davvero apprezzato. Grazie a tutti!

2. L'ultima notizia giunta a me è che ci sarà una imminente reunion della band. Grande news! Perché questa scelta?

- Perché i Gorelust sono sempre stati una specie di progetto incompiuto. La nostra vita è cambiata molto, sono trascorsi 18 anni dalla pubblicazione di "Reign of Lunacy"... Il tempo passa così in fretta... Potrei dire ora. Questo primo album sarebbe potuto essere solo l'inizio per la band, ma ai tempi abbiamo preso strade diverse e ciascuno dei componenti ha costruito la propria strada. Ora ho 36 anni, tutto sta andando bene nella mia vita, ma per me c'è solo questa cosa incompiuta, cioè i Gorelust. Così ho contattato gli altri ragazzi! Doveva succedere! Siamo tutti appassionati di musica e non vedo l'ora di tornare alla brutalità della band. E' tutto incredibile per noi. Per essere in grado di scrivere il sequel di "Reign Of Lunacy" con gli stessi componenti. Questa è la cosa totalmente incredibile. Mi sono detto: "se lo facciamo, dobbiamo essere la stessa band, con gli stessi membri, deve suonare à la Gorelust". Ci sarò sempre io alla voce, lo stesso batterista folle, stessa cosa per il basso e chitarra. Questi sono i componenti che hanno realizzato le canzoni del primo album nel 1994 e gli stessi membri ci saranno anche oggi sul secondo full-length! Incredibile...

3. Jean, per essere chiari: diciassette anni di silenzio dal primo album, avete all'attivo una demo del '93, uno split con i Morkeum del '94 e il full-length "Reign of Lunacy" uscito nel 1995... Ora, vorrei tornare indietro nel tempo e parlare di ciò che ha causato lo scioglimento dei Gorelust. Puoi chiarire tutta la vicenda ai lettori di Son of Flies webzine?

- La band era realmente morta. E dal 1996 non abbiamo fatto più nulla. Questo è ciò che rende questa reunion ancora più sorprendente per noi. Non ho mai pensato che avremmo fatto un nuovo album quasi 20 anni dopo. Era tutto così diverso pensando a quei giorni, venivamo da una piccola città, eravamo giovani, vivevano ancora con i nostri genitori; non avevamo molti soldi e suonavamo questa musica perché ci piaceva moltissimo il death metal. La scena metal era molto attiva a Rimouski tra il 1990 e il 1997, abbiamo avuto la possibilità di suonare con un sacco di grandi band: Suffocation, Deicide, Cannibal Corpse, Gorguts, Dying Fetus, Malevolent Creation e molti altri... tutto era bello e comporre/registrare "Reign of Lunacy" fu un risultato incredibile per tutti noi. Devi capire che nel 1994 registrare un album in un vero studio non era una cosa comune per una band death metal del Quebec. Un anno più tardi dopo tutti questi concerti e bei tempi attraversati, dovevamo registrare il nostro secondo album, eravamo nel processo di creazione, avevamo 4-5 canzoni pronte... Mi ricordo che avrei voluto continuare, fare nuovi pezzi, registrarli per poi pubblicare il secondo album, ma il processo è stato molto lungo... A quell' età (avevamo circa 18 anni), si inizia anche a pianificare il proprio futuro, pensi continuamente a questo... Così la band arrivò in una sorta di modalità di "attesa" e non stava accadendo nulla, iniziai a pensare realmente al mio futuro. Mi sono trasferito a Montreal per studiare e la band si sciolse. Gli altri membri seguirono le loro vite ma in un primo momento cercarono anche di continuare con i Gorelust, dopo un po' decisero di seppellire la band.



4. Dopo tanti anni di pausa, il nuovo processo di scrittura vi risulta emozionante come diciannove anni fa? Perché la decisione di ritornare nell'Underground?

- In realtà ci siamo riformati per fare il secondo album e per ora è solo questo il piano. Se tutto andrà bene e la ricezione sarà buona questo potrebbe essere solo il primo di un altro futuro album (il terzo). Staremo a vedere! Questa volta il processo di scrittura è molto diverso... Come ho già detto prima, nel 1996, avevamo 4-5 nuove canzoni che non abbiamo mai registrato ed erano pronte per essere parte del secondo album. Il nostro batterista, Francis Marmen ha avuto il ricordo più bello in assoluto! Ricordava tutte le parti di batteria, ma anche i riffs di quei pezzi composti nel 1996. Il cervello di Francis deve essere grande, una grande memoria per aver ricordato tutto questo... Hahaha... Così ha tenuto tutto in testa in modo che i gli altri ragazzi del gruppo potessero ricreare queste "vecchie" ma allo stesso tempo nuove canzoni... Di sicuro saranno aggiornate, arrangiate... e a questi brani seguiranno gli altri nuovi per completamente definitivamente il secondo album. Tutti noi non viviamo più nella stessa città, ora due dei componenti sono ancora a Rimouski, mentre io e Pascal (Basso) viviamo nella zona della città di Montreal. Sono 5-6 ore di auto da Rimouski. Perciò Martin (chitarra) e Francis (batteria) lavoreranno insieme sui brani e successivamente li invieranno a me e Pascal, in modo che anche noi ci metteremo a lavoro su questi per poi riunirci a Rimouski dopo l'estate 2013, per registrare tutto. Il materiale avrà il suono dei Gorelust! I fans del primo album non rimarranno delusi.

5. Durante il periodo di pausa avete mantenuto i contatti con l'Underground musicale?

- Per vivere mi occupo di audio in televisione e per questo motivo sono sempre stato in giro con artisti e musicisti. Mi è sempre piaciuto il metal, così ho continuato ad andare a concerti qua e là. Non sono a conoscenza di tutte le band nell'Underground, ma amo ancora la musica brutale. Gli altri ragazzi del gruppo hanno continuato nella musica e nel corso degli anni hanno avuto diverse band con stili diversi.

6. Quindi dicevi che la line-up del gruppo è la stessa...

- Si, la nuova line-up è la stessa di "Reign of Lunacy", solo che oggi abbiamo un solo chitarrista invece che due. Questo non cambierà nulla per il lavoro in studio. La line-up è: Jean Beaulieu alla voce, Pascal Chevrier al basso, Francis Marmen alla batteria e Martin "Bizou" Fournier alla chitarra.

7. Sei soddisfatto di questa ristampa/riedizione su cd di "Reign of Lunacy"? L'etichetta che si occupa di tutto ciò è la PRC Music... "Reign of Lunacy" è un album incredibile! Io possiedo gelosamente una copia della prima tiratura originale comprata nel 1995... Avevo 16 anni... Oggi ne ho 33...

- In realtà ho sentito parlare della ristampa solo pochi mesi fa, poche settimane prima della riedizione. Avere la possibilità di una ristampa è davvero grande per noi e ho ringraziato molto Rémi Côté (il proprietario della PRC Music) per questo. In realtà la versione originale uscì per New World Symphony Records ed è stato proprio Rémi Côté a rendere possibile tutto questo. Ora la sua etichetta si chiama PRC Music e il secondo nuovo album sarà fatto ancora per lui. Sta facendo un ottimo lavoro nel sistema della musica Underground. Dobbiamo essere onesti, questa è musica Underground. Noi non lo facciamo per soldi, lo facciamo per i fans e per il nostro amore per la musica. Il fatto che nei nostri confronti ci sia l'interesse della PRC Music è cosa davvero grande...

8. I Gorelust hanno del nuovo merchandise per questa reunion?

- Per il momento ci stiamo concentrando sull'album, ma sì, sicuramente avremo delle t-shirts ufficiali...



9. Quale pensi sia il problema maggiore nell'industria della scena metal di oggi?

- Sai, questa domanda è davvero adeguata. E davvero importante. A volte mi chiedo se la scena musicale brutal di oggi è ancora Underground come ai tempi... Certo, abbiamo internet, e questo è un incredibile strumento di comunicazione tra band e fans, ma il problema principale è che ora la gente ha accesso alla musica senza pagare per averla. Nei primi anni '90, se si voleva un cd, si doveva pagare per averlo. Un tempo era grande perché avevi l'opportunità di scegliere i tuoi album nei negozi, guardavamo le diverse copertine e scoprivamo tante band. Quando acquisti un album trovi davvero il tempo per ascoltarlo, perché hai pagato per questo. La gente non "eliminava" i dischi dopo un paio di ascolti. Ma questa è la realtà di oggi. I tempi cambiano. Sarebbe davvero gratificante se i fans pagassero per gli album, perché, come dicendo prima, questi gruppi underground non fanno soldi. Quasi nulla. La gente crede che alcune band guadagnano molti soldi con questa musica solo perché si vedono i loro nomi in grandi tour, oppure perché fanno dei video promozionali e altre cose del genere... Solo per questo si pensa che si ricavi un grande reddito da tutto ciò. Ma questo non è vero. I Metallari fanno questo perché amano la musica e i loro fans. Amano veramente i loro fans. Quindi penso che, sarebbe bello se i fans pagassero gli album, come una dimostrazione di rispetto nei confronti dei musicisti. Band e fans! Questo è ciò che rende viva la scena metal! Questa è la mia opinione. Ho 36 anni e non ho mai scaricato illegalmente un album... Non sto scherzando... ahahah... Mai... Penso di essere l'unico sulla terra! Ahahaha!

10. Quali sono state le tue influenze del passato? Quelle attuali? Cosa ti piace ascoltare?

- Penso che è ovvio che i Gorelust siano stati influenzati dalle band death metal più importanti del tempo. Deicide, Suffocation, Cannibal Corpse. Tutti abbiamo suonato con loro in diversi concerti lungo la strada. Questo è grande. Ascoltavamo death metal, ma anche thrash metal e classico heavy metal. Oggi ascolto un sacco di cose diverse dal rock al death metal. Per me i Suffocation sono ancora incredibili, mi piacciono molto anche i Vader.

11. Secondo il mio punto di vista, oggi, il Brutal Death Metal ha ancora delle band con una grande potenza espressiva. Sei d'accordo con me?

- Sì, alcune band sono davvero grandi. Ma è cambiato molto il processo in studio. Ai tempi, bisognava essere bravi con gli strumenti per registrare un album, per esempio la voce non è stata mai modificata o alterata su tutti i brani dei Gorelust, ogni parte di batteria, basso e chitarre sono state suonate come si sentono su quel disco. Nessuna modifica. Si trattava di vere e proprie live performances. Ti sto dicendo questo perché oggi è cambiato veramente tutto. E' solo la mia opinione, ma io non sono un grande fan di tutte le modifiche/alterazioni digitali nella musica brutale di oggi. Troppe modifiche, trigger, compressioni, rendono la musica brutale davvero monotona e le parti con più pancia non sempre perforano come devono... Il secondo album di Gorelust sarà fatto con lo stesso spirito degli anni d'oro del death metal. Prestazioni reali interpretate da musicisti estremi. Voglio che i fans sentano l'autenticità e la sensazione naturale della musica. Questo è uno dei nostri obiettivi.

12. Se dovessi descrivere la musica dei Gorelust in tre parole, quali sarebbero?

- Brutale, reale e brutale... Ahahahah

13. A proposito del nuovo album cosa puoi anticiparmi sui testi?

- I testi e le liriche saranno nella stessa vena. Gorelust lyrics! Per quanto riguarda l'album attualmente stiamo lavorando su di esso e tutto sta andando bene. I ragazzi si stanno concentrando sulle canzoni mentre l'artwork sarà curato dal grande artista Andrey Kroms. Sto supervisionando tutti i dettagli con Rémi Côté della PRC Music. Questo nuovo lavoro riporterà i fans al primo album!

14. Quali sono i piani di Gorelust per il prossimo anno?

- L'album sarà pubblicato alla fine del 2013 in modo da poter lavorare bene durante questi mesi. Il piano è quello di registrare in piena estate 2013. Non vediamo l'ora di pubblicarlo e farlo ascoltare ai fans!

15. Jean, siamo alla fine di questa interessante lunga intervista! Grazie mille per la disponibilità e per le risposte approfondite. Buona fortuna per tutto! Lascio a te le ultime parole...

- Voglio solo ringraziare tutti i lettori di Son of Flies webzine. Alcuni di loro con questa intervista potranno conoscere per la prima volta i Gorelust mentre per altri non sarà così. Non esitate ad ascoltare "Reign of Lunacy". Sì, è old-school death metal ed è stato registrato nel 1994. Avevo 17 anni ai tempi. Alzate il volume e fatelo girare per un po' di volte nel lettore cd in modo da apprezzarlo davvero! C'è un sacco di materiale in quelle canzoni! Non esitate a scrivere alla pagina ufficiale dei Gorelust su facebook. Lo gestisco io e sarò sempre io a postare ogni notizia sulla futura release.

Grazie mille a te Christian e mantieni vivo il tuo ottimo lavoro. Saluti dal Canada. Jean Beaulieu. Stay Brutal!


CONTATTI: facebook.com/gorelustband

RECENSIONE:  GORELUST "Reign of Lunacy" cd reissue 2012 - PRC music


GORELUST line-up:

Jean Beaulieu - voce
Pascal Chevrier - basso
Francis Marmen - batteria
Martin "Bizou" Fournier - chitarra


Nessun commento:

Posta un commento