martedì 16 ottobre 2012

Recensione: LENTO "Anxiety Despair Languish"
cd 2012 - denovali




LENTO è il passo che avanza, un essere mastodontico capace di impossessarsi delle nostre viscere legandole a più nodi intorno all'esofago otturato... Un'asfissia che mozza il respiro, resta in bilico in gola, ti tiene in una morsa stretta mentre lui è li che ti osserva incattivito e sa riconoscere quando non puoi reagire. Il precedente "Icon" (2011) lo aveva reso visibile da lontano, dandone effetti allucinogeni imprevisti, indesiderati... "Anxiety Despair Languish" lo avvicina a noi poveri animali indifesi, lo rende letale con una tossicodipendenza sonora che si espande dentro al corpo ogni qualvolta decide di venire fuori da quel relitto siderale. LENTO è il movimento della bestia mentre immobilizza le sue prede, le assapora, ingoiandole per intero... Oggi la sua trasformazione è in atto, lo dimostra questo parto multiforme in grado di concretizzare un nuovo pretesto per ucciderci ancora.
Un'opera notevole, pesantissima, che si sostiene sul vostro cefalico per poi succhiarne la pazzia. I LENTO sono italiani per chi ancora non lo sapesse!

Contatti: denovali.com/lento - myspace.com/lento

"ANXIETY DESPAIR LANGUISH" TRACKLIST: Glorification of the Chosen One, Death Must Be the Place, Questions and Answers, Blackness, Anxiety, Despair and Languish, The Roof, Years Later, A Necessary Leap, Underbelly, Blind Idiot God, Inwards Disclosure, Unyielding Unwavering, My Utmost for His Highest.


Nessun commento:

Posta un commento