sabato 13 ottobre 2012

Recensione: KRAKOW "Diin"
cd 2012 - dark essence records




I KRAKOW sono un altro esempio di dolore lancinante, una ferita aperta che spurga il flusso lavico incandescente dalla consistenza "post". Grande spazio alle chitarre, alla sezione ritmica, tutto si sguinzaglia dinanzi a dei vocalizzi che pur viaggiando puliti (per gran parte del disco) rapiscono e sanno come tenerti legato al muro.
Un espressione musicale che mescola stoner, noise, elementi black più ricercati e altro ancora. "Diin" ci consegna un gruppo che ha molto da dire (a volte forse troppo), comunque appetibili, in virtù del perfetto bilanciamento tra i diversi generi presi in causa. C'è schizofrenia nel loro songwriting! Una cruda eruzione proveniente dal nulla, un album particolare in grado di far riflettere... Questo può essere un segnale significativo. Interessanti questi norvegesi Krakow.

Contatti: facebook.com/krakowband - soundcloud.com/krakow_band

"DIIN" TRACKLIST: Hymn To The Winds, Future Past, Termination Of Origin, Mound, Mark Of Cain, Possessed, Into The Distant Sky, Omen, Sense Of Space


Nessun commento:

Posta un commento