mercoledì 3 ottobre 2012

Recensione: HOUR OF 13 "333"
cd 2012 - earache records




Ecco che giungono al terzo album gli HOUR OF 13 (escludendo un demo e un 7"). A due anni dal capitolo "The Ritualist" (2010) gli americani si inseriscono nuovamente tra le bands più convincenti del panorama doom/heavy metal.
Un alone misterioso aleggia su questo "333" unito al talento dei suoi esecutori. Questi due sacerdoti attraverso le loro preghiere riesumano alcune entità del passato (Black Sabbath su tutti) con quel tocco oscuro, elegante, essenziale. L'impianto sonoro da vigore a tali glorifacazioni ammalianti e retrò. A parte ciò, gli Hour of 13 fortunatamente non sono solo questo, ma riescono a mettere del proprio in qualsiasi passo dell'album così che l'intreccio tra chitarra, basso e batteria diventa il vangelo secondo Phil Swanson (voce). Il suo cantato rapisce velocemente con un classicismo declamatorio. "333" porta a compimento un importante maturazione che richiede una vostra attenta considerazione. Bands come gli Hour of 13 sono fondamentali affinchè l'antica fiamma rimanga sempre ardente. Ben fatto.

Contatti: myspace.com/hourof13doom

"333" TRACKLIST: Deny The Cross, The Burning, Rite of Samhain, Spiral Vacuum, Who's to Blame?, Sea of Trees, Lucky Bones


Nessun commento:

Posta un commento