sabato 29 settembre 2012

Recensione: SINISTER "The Carnage Ending"
cd 2012 - massacre records




Degli olandesi SINISTER si parla da lungo tempo ormai. Il principale motivo d'interesse per questa band è più legato alla loro longeva attività che dura da ormai venti anni, e questo percorso così duraturo è stato in grado di riunire sotto la loro bandiera gruppi di metal kids all'insegna del Death Metal No Compromise. Sono stati un punto saldo della scena europea negli anni novanta e dischi come "Cross The Styx" (1992), "Diabolical Summoning" (1993), "Hate" (1995) li portarono sull'olimpo dei grandi, a quei tempi dietro al microfono Mike Von Mastrigt scatenava scintille.
Dopo il 1996 è stato un continuo incedere di cambi di line-up, alti e bassi compositivi, uscite discografiche coerenti ma dal sapore amaro in alcuni casi. Io continuo a portargli grande rispetto perchè non è da tutti tenere testa a tante difficili vicissitudini, tanto che, anche Add il loro ex. batterista e passato alla voce per tenere vive le sorti dei quattro. Ora, sta a voi accettare o no l'attuale proposta dei Sinister, che per quanto mi riguarda dimostrano ancora una buona compatezza ("The Carnage Ending" per esempio) ma non raggiungono mai la dirompente formula del passato che li aveva resi differenti. Non sono più gli stessi da quando hanno perso pedine importanti come Mike e soprattutto il loro ex. chitarrista Bart Van Wallenberg che infieriva con dei riffs tanto malati quanto stilisticamente unici. Per me il loro capolavoro rimarrà sempre "Hate". Basta ascoltarlo...

Contatti: myspace.com/sinisterwingsofdeath

"THE CARNAGE ENDING" TRACKLIST: Gates Of Bloodshed [Intro], Unheavenly Domain, Transylvania (City Of The Damned), My Casual Enemy, Crown Of Thorns, The Carnage Ending, Oath Of Rebirth, Regarding The Imagery, Blood Ecstacy, Defamatory Content, The Final Destroyer


Nessun commento:

Posta un commento