domenica 23 settembre 2012

Recensione: MURDER CONSTRUCT "Results"
cd 2012 - relapse records




MURDER CONSTRUCT dalla California (Los Angeles) per trivellarci i padiglioni auricolari come un M-60 impazzito. La Band formatasi nel 2001 vede tra le proprie fila gente di un certo calibro: Travis Ryan (Cattle Decapitation), Leon del Muerte (Exhumed, D.I.S., ex-Impaled, ex-Phobia), Kevin Fetus (Watch me Burn, Fetus Eaters), Caleb Schneider (Bad Acid Trip) and Danny Walker (Intronaut, Exhumed, ex-Jesu, ex-Uphill Battle). Dopo una pausa di un decennio dovuta agli impegni di Leon del Muerte con i suoi Exhumed, questi cinque assassini ritornarono nel 2010 con un EP omonimo serratissimo e claustrofobico che già ai tempi mi fece esaltare in modo dirompente. Oggi si ripresentano con questo bellissimo primo full-length dal titolo "Results" dove la band edifica un monumento di disperazione e angoscia. I toni sono cupi, malsani, oppressivi, amplificati dall'interpretazione vocale di Travis Ryan (molto varia e disturbante). Album che rade al suolo ogni cosa pari ad un cataclisma, Death/Gring che trasuda brutalità ai massimi livelli, una produzione perfetta in grado di far trasparire ogni sfumatura presente nel sound. Ascoltando "Results" le prime bands a cui potrei accostare i Murder Construct (solo per darvi un idea dell'approccio musicale) sono: Rotten Sound, The Arson Project, Feastem, Afgrund, Gaf, Nasum. In questo cd c'è anche tanta malattia compositiva come ci hanno già fatto ascoltare i Gigan o Cephalic Carnage. Consiglio questo disco a tutti i fanatici del genere, anche a chi ha bisogno di ascoltare musica estrema di notevole caratura e forte personalità. I Murder Construct ne hanno da vendere. Un occhio di riguardo anche per i toni oscuri e concettuali della copertina. Da avere e consumare!

Contatti: myspace.com/murderconstruct

"RESULTS" TRACKLIST: Red All Over, Under the Weight of the Wood, No Question No Comment, Gold Digger, Compelled by Mediocrity, The Next Life, Dead Hope, Feign Ignorance, Mercy Mercy, Malicious Guilt, Resultados.



Nessun commento:

Posta un commento