mercoledì 26 settembre 2012

Recensione: DYING FETUS "Reign Supreme"
cd 2012 - relapse records




Il richiamo ossidante di John Gallagher e dei DYING FETUS torna a farsi sentire persistente. Sono quì nuovamente a far male con quel loro brutal death metal che tanto ha di velocità estreme ma altrettanto di mosh e hardcore. Inconfondibili nel loro modo di percuotere e dilaniare l'ascoltatore.
Fatta questa premessa, non posso negare di essere legato più al primo periodo della band che a quest'ultimo, vado fuori di testa ogni volta che ascolto album come "Killing on Adrenaline" (1998) o "Destroy the Opposition" (2000). Quando il poker Gallagher, Netherton (ora nei Misery Index), Talley (attualmente diviso tra DÅÅTH, Six Feet Under e altri gruppi), Voyles (anche ex. Misery Index) infiammava dischi e palchi.
Oggi i Dying Fetus rimangono sempre un buon gruppo e a dimostrarlo c'è questo "Reign Supreme" un disco molto più bello rispetto ai meno ispirati "Stop at Nothing" (2003) e "War of Attrition" (2007).
In questo nuovo capitolo troverete del fottuto Death Metal senza respiro, senza calo alcuno. Minuti di massacro sonoro in onore di un'esemplare devozione fonica. Si sente che la band è tornata più coesa, più dinamica e convinta in crudezza e intensità metallica. Questo pugno di canzoni devastanti cercano di ridare credibilità ad una band che non è mai stata messa al tappeto nonostante brutti colpi subiti nel corso degli eventi (cambi di line-up e altre avversità). Loro sono ancora quì a pugni chiusi proponendoci tanti spunti interessanti.
Non mi convincono ancora quei solos (sviolinati) che pur viaggiando serrati non sono mai molto groove, corposi o vigorosi. Mi danno quella strana sensazione di sentirli sempre distaccati dalla chitarra stessa e dal resto del sound.
A parte questa considerazione di rabbia in questo "Reign Supreme" ce ne tanta e questo album merita di essere ascoltato.
A voi l'ardua sentenza.

Contatti: myspace.com/dyingfetus

"REIGN SUPREME" TRACKLIST: Invert The Idols, Subjected To A Beating, Second Skin, From Womb To Waste, Dissidence, In The Trenches, Devout Atrocity, Revisionist Past, The Blood Of Power.


Nessun commento:

Posta un commento